The imaginarium of Doctor Gilliam

If you are in Milan on this week end, you cannot miss it. Milano Film Festival presents an unmissable retrospective on Gilliam’s genius. Not only his complete filmography, including films […]

gg.jpg

If you are in Milan on this week end, you cannot miss it. Milano Film Festival presents an unmissable retrospective on Gilliam’s genius. Not only his complete filmography, including films never distributed in Italy, like . An exhibition featuring his drawings, from the very beginning to the animations for his latest films, and a focus on the Monty Python’s TV productions and the “picked-by-me films” – the films that have influenced him in filmmaking. Terry Gilliam will be invited to introduce his films personally and he will be totally free to arrange them in the order that best suits him, creating his own ad-hoc programme. To overcome the idea of a “ready-made filmography” and present a portrait as true as possible to the twisted genius of the author.

Angelo Superti

Editor in chief e fondatore di Polkadot. Curioso e appassionato, da sempre spett-attore dell'eterno duello tra razionalità e creatività, tra idee e limiti di tempo. Non inizia la giornata senza un cappuccino, non la termina senza un'occhiata ai suoi feed rss.

Potrebbero Interessarti

Parte oggi il Maker Faire Rome – The European Edition

Dal 12 al 14 ottobre Roma è al centro del dibattito sull’innovazione

Timberland UNLOCK THE CITY

Timberland lancia la sue nuova sneaker Cityroam, trait d’union fra il classico boot e i dettagli più innovativi per l’outdoor, e lo fa in grande stile lanciando il progetto Unlock the City, con un grande evento a Milano.

SPARKS, un festival “spaziale” in Puglia

Il festival pugliese compie 5 anni e si appresta a celebrare la creatività in tutte le sue forme dal 20 al 22 luglio a Putignano, a pochi chilometri da Bari.

Ultimi Articoli

DESIGN

Tediber, il comfort si ordina online

Un materasso dal prezzo competitivo e prestazioni hi-tech, in una nuova esperienza di acquisto

ARTS

Banksy ha distrutto una delle sue opere più famose

Non che ci fosse bisogno di conferme, ma l’artista (o il collettivo?) inglese ha di nuovo stupito il mondo. Come? Distruggendo una delle sue opere iconiche, non appena era stata battuta all’asta da Sotheby’s.

ARTS

ARTEPARCO

Il designer Marcantonio inaugura il progetto di arte sostenibile nei boschi del Parco Nazionale d’Abruzzo

Top