Roma, DISSONANZE 2009: Elettronica allo stato puro

Tre, due, uno, via. Tutto pronto per la nona edizione di DISSONANZE, il più atteso festival italiano di arti elettroniche. Roma, ultimi ritocchi nella line up e attesa ormai agli […]

www

Tre, due, uno, via.
Tutto pronto per la nona edizione di DISSONANZE, il più atteso festival italiano di arti elettroniche.
Roma, ultimi ritocchi nella line up e attesa ormai agli sgoccioli.
Due giorni di musica, live e dj set, installazioni multimediali e vj performances trasformano l’imponente Palazzo dei Congressi all’Eur nella meta più frequentata dagli appassionati di club culture.
Sperimentazioni visive e sonore, collaborazioni site specific, emergenti e nomi storici. Fusione di stili e di esperienze che trascinano e incantano il popolo dell’elettronica, omaggiata dal festival nel senso più ampio del termine. 8 e 9 maggio le giornate scelte quest’anno per mettere in scena la bagarre. orario di inizio 22.
Terrazza, aula magna e salone le tre aree che contemporaneamente vedranno alternarsi in consolle e alle proiezioni gli ospiti 2009. Riporto fedelmente il programma aggiornato, lasciando a voi la libera scelta di mostrare stupore per un nome piuttosto che un altro, tanto da trovarlo imperdibile.

VENERDI’ 8
Terrazza
Costa vs. AD Bourke
The Gaslamp Killer vs. Daddy Kev
Flying Lotus feat. Samiyam
Daedelus
visuals Clichèvideo

Aula Magna
Mokadelic
Telepathe
Atom™
Byetone
Signal

Salone
Moderat
Kenny Larkin
Timo Maas
Magda
Visuals Inside-us-all

SABATO 9
Terrazza
Afrodisia video set
Buraka Som Sistema
Radioclit feat. Afrikan Boy & Mo Laudi
Visuals DDG

Aula Magna
Bat For Lashes
Micachu & The Shapes
Peter Christopherson
Salem
Actress

Salone
Lindstrøm
Laurent Garnier
A Critical Mass feat. Âme, Dixon, Henrik Schwarz
François Kevorkian
Visulals Inside-us-all

Prima di chiudere e darvi appuntamento virtuale ai commenti che seguiranno il weekend romano elettronico per eccellenza è opportuno accennare all’Ara Pacis, location prestigiosa che inagura ufficialmente le due giornate e anticipa le serate all’Eur. Ingresso ad inviti per la preziosità del luogo e la capienza evidentemente limitata.
Cory Arcangel e Fergus Purcell alias Fergadelic venerdì, Jorge Velez alias Professor Genius e Terence Koh sabato.

Di seguito i link per ascoltare in anteprima alcune delle guest star che avrete il piacere di apprezzare dal vivo:
Timo Maas http://www.youtube.com/watch?v=h5DaTl6Bi2M
Bat For Lashes http://www.youtube.com/watch?v=EICkZWEzFGE
Moderat http://www.youtube.com/watch?v=K9-UByFZ8uQ
Laurent Garnier http://www.youtube.com/watch?v=8upJ9c8ynyM

Non mi resta che augurarvi buon divertimento. ENJOY IT!!!!!!

Angelo Superti

Editor in chief e fondatore di Polkadot. Curioso e appassionato, da sempre spett-attore dell'eterno duello tra razionalità e creatività, tra idee e limiti di tempo. Non inizia la giornata senza un cappuccino, non la termina senza un'occhiata ai suoi feed rss.

Potrebbero Interessarti

Citroën alla Design Week

Citroën torna alla Milano Design Week facendo partnership, anche quest’anno, con un grande nome dell’Italian design: Bertone Design Interior.

GORE-TEX REFRACTIONS alla Milano Design Week

Il brand protagonista con la sua tecnologia nel mondo fashion e sport, celebra il design e le collaborazioni al Fuorisalone

Domus Academy Prototyping Ideas

L prima scuola post-graduate di design in Italia, è stata protagonista di un ciclo d’incontri e workshop dedicati alla prototipazione di idee destinate a cambiare il mondo nel verso giusto.

Ultimi Articoli

FASHION

YATAY, la nuova sneaker sostenibile

Si chiama YATAY ed è una nuova sneaker attenta all’etica: realizzata artigianalmente in Italia con materiali ecologici di alta qualità, YATAY è una sneaker unisex che si rivolge al mercato del luxury con due silhouette: low and high.

FASHION

adidas Originals presenta Samba e Continental 80

Due silhouettes che arrivano dritte dagli archivi del brand tedesco

FASHION

RETROSUPERFUTURE LIMONE

L’occhiale per quest’estate? Il brand milanese RETROSUPERFUTURE continua a sfornare nuovi design, come LIMONE, ispirato agli anni ’70 italiani.

Top