Contempo.TV

Progettazione, gioco, esclusività e tecnologia diventano le parole chiave del moderno restauro, in un momento come questo in cui il riciclaggio appare essere una frontiera di risoluzione. Contempo.TV ha sviluppato […]

Progettazione, gioco, esclusività e tecnologia diventano le parole chiave del moderno restauro, in un momento come questo in cui il riciclaggio appare essere una frontiera di risoluzione. Contempo.TV ha sviluppato il proprio impegno in vent’anni di attività a cui il secondo Novecento ha ceduto una crescente accumulazione del dismesso industriale. Oggetti provenienti da contesti e settori disparati (come cantieri, scuole, locali pubblici, officine, caserme, abitazioni private e cinema), diventano fonti preziose di riqualificazione e reinterpretazione.

Visitando il magazzino dell’impresa trevisana si riscoprono pezzi appartenuti al nostro immaginario quotidiano rivitalizzati da un’inedita funzione: un’altalena di asilo diventa una seduta, un nastro trasportatore si trasforma in un bancone di vendita. La ricerca e nuove sperimentazioni studiate dallo staff di Contempo, contribuiscono alla contaminazione di colori, tessuti e materiali di diverso genere capaci di riportarci indietro nel tempo, il tutto con ironia e curiosità. Numerosi spazi italiani, in particolare appartenenti al mondo della moda e dell’arte, hanno scelto le sue ambientazioni che si prestano ad aggiornare, con il loro aspetto retrò, luoghi di grande significato. Lo scarto riprende vita quando anche un solo pezzo rievoca una storia ed un passato che è quello della creatività tutta made in Italy.

Federica Sfregola

Da piccola sognava di diventare un'archeologa, ma molto presto ha capito che il "vecchio" non faceva per lei. L'arte, invece, le è rimasta tra le vene. Appassionata di creatività, trascorre troppo tempo a navigare nel web cercando novità (artistiche, musicali, cinematografiche, modaiole) ascoltando SOLO musica indipendente. Le piace il decollo degli aerei, la luce che filtra tra i rami degli alberi e gli Arcade Fire. Non le piace chi la chiama "cara", il disordine e la parola "ormai".

Potrebbero Interessarti

Fili Pari: il marmo da indossare

Trasformare un materiale freddo, pesante e statico come il marmo in eleganti impermeabili eco-friendly dai dettagli irresistibili? Oggi si può. Grazie a Fili Pari, brand nato dalla collaborazione tra Francesca […]

The Urban Botanist

The Urban botanist ha pronta la soluzione a chi cerca di ravvivare la propria casa con delle piante, pur non avendo un pollice verde. I loro bellissimi terrari sono già […]

Daniel Buren illumina Firenze

Daniel Buren, uno dei più importanti artisti francesi contemporanei, presenterà domenica 7 dicembre 2014 alle ore 19.00 presso il Mercato Centrale di Firenze, “Tappeto Volante” una delle sue installazioni site-specific […]

Ultimi Articoli

EVENTS

Parte oggi il Maker Faire Rome – The European Edition

Dal 12 al 14 ottobre Roma è al centro del dibattito sull’innovazione

DESIGN

Tediber, il comfort si ordina online

Un materasso dal prezzo competitivo e prestazioni hi-tech, in una nuova esperienza di acquisto

ARTS

Banksy ha distrutto una delle sue opere più famose

Non che ci fosse bisogno di conferme, ma l’artista (o il collettivo?) inglese ha di nuovo stupito il mondo. Come? Distruggendo una delle sue opere iconiche, non appena era stata battuta all’asta da Sotheby’s.

Top