BAM! Big Action Money

Il fenomeno della cultura pop degli anni 80 a New York si sa affascina molti, e ne sono testimonianza i film, i tributi musicali, mostre itineranti ed elementi di design […]

Il fenomeno della cultura pop degli anni 80 a New York si sa affascina molti, e ne sono testimonianza i film, i tributi musicali, mostre itineranti ed elementi di design che richiamano le forme e le figure diventate l’espressione di culto di quel periodo. E poi i protagonisti dalla personalità eccentrica e misteriosa: l’ispiratore Andy Warhol, ed i seguaci Jean Michel Basquiat e Keith Haring portati al successo da Warhol negli anni 80, e innumerevoli artisti che bazzicavano l’ambiente come Patti Smith, Madonna, e agli inizi i Velvet Underground (anni 60). La trama narrativa è ricca e gustosa. Questa volta però non si tratta di un film al cinema o di una retrospettiva, ma di uno spettacolo teatrale in scena al Teatro Scuola Paolo Grassi di Milano il prossimo 9 Dicembre. La drammaturgia di Big Action Money si basa sulla memoria diretta della vita e del lavoro di vari pittori impressa su articoli di giornale, recensioni o diari. La figura del pittore protagonista non si riferisce dunque ad un artista realmente esistito, ma racchiude allo stesso tempo l’essenza del fenomeno in toto. Il pittore protagonista è interpretato da Teodoro Bonci del Bene, che è anche l’ideatore dello spettacolo e che è il primo attore italiano del Teatro d’Arte di Mosca. Ad arricchire la rappresentazione ci saranno il musicista Marco Mantovani, che sperimenta jazz ed elettronica e che per l’occasione ripercorrerà le musiche degli anni ‘6o, e le installazioni video di Laura Casanova. Una formula insolita per il teatro che racchiude musica, cinema, pittura e teatro. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria, per prenotarsi: IRENE GULMINELLI (comunicazione e promozione Big Action Money) bigactionmoney@gmail.com . Affrettatevi!

Mariella Tilena

Nella vita ho ricevuto due doni: una buona scrittura e una buona dose di curiosità. Forse avrei voluto ricevere anche il dono artistico del musicista, perchè le note per me valgono più di mille parole. Allora uso spesso la tastiera per raccontare di musica... ma non solo.

Potrebbero Interessarti

SPARKS, un festival “spaziale” in Puglia

Il festival pugliese compie 5 anni e si appresta a celebrare la creatività in tutte le sue forme dal 20 al 22 luglio a Putignano, a pochi chilometri da Bari.

PostKino, il cinema che gira la Puglia

Il cinema è capace di far viaggiare la nostra immaginazione, ma se fosse il cinema a viaggiare e a farci vivere delle esperienze uniche attraverso la scoperta di luoghi e cibi nuovi?

Citroën alla Design Week

Citroën torna alla Milano Design Week facendo partnership, anche quest’anno, con un grande nome dell’Italian design: Bertone Design Interior.

Ultimi Articoli

FASHION

Vans x Van Gogh Museum

Una collaborazione esclusiva tra Vans e il Van Gogh Museum di Amsterdam

FASHION

PUMA RS-0 SOUND

Dal 16 agosto la nuova sneaker ispirata alle music vibes anni ’80

DESIGN

La nuova scuola italiana: BURRO STUDIO

Federica Caserio e Giovanni Manzini sono l’anima creativa di BURRO STUDIO. In viaggio costante fra Milano e Verona, navigano fra branding, t-shirt ed eventi esotici.

Top