Mi Land. Liberi suoni, liberi pensieri, libere terre.

. Diamo con piacere spazio e voce a quelle iniziative che nascono per contrastare l’avanzare di questa morte silenziosa della Milano giovane, creativa, alternativa. E’ questa infatti la settimana di […]

.

Diamo con piacere spazio e voce a quelle iniziative che nascono per contrastare l’avanzare di questa morte silenziosa della Milano giovane, creativa, alternativa. E’ questa infatti la settimana di Mi Land, una serie di concerti, appuntamenti, proiezioni divisi in diversi club e circoli Arci della città (e provincia). C’è la musica a farla da padrona con i concerti e tra questi segnaliamo Damu Suzuki Network, Mariposa, Lombroso. Per chi non conoscesse Damu Suzuki Network, si tratta di un progetto molto sperimentale gestito dall’ex cantante dei Can (pionieri del Kraut Rock negli anni 70), Suzuki. L’idea di Suzuki è selezionare artisti locali, metterli su un palco e improvvisare. Per la tappa italiana gli artisti selezionati sono: Manuel Agnelli alle tastiere, Xabier IRiondo alla chitarra, Cristiano Calcagnile alla batteria ed Enrico Gabrielli ai fiati. Ma non mancano anche la letteratura, il teatro, i workshop creativi e convegni a tema culturale e sociale.  Questo passo di Eustazio di Tessalonica è stato scelto come leit motiv del progetto. La nostra risposta? la partecipazione. Di seguito il programma degli appuntamenti dei prossimi giorni, non mancate.

Perché mai, o ignorante, vuoi rendere la biblioteca del monastero simile alla tua anima? Per il fatto che tu sei ignaro di lettere vuoi svuotare anche quella dei suoi strumenti di cultura? Lascia che essa conservi i suoi tesori! Dopo di te verrà qualcun altro o dotto di lettere o desideroso di apprendere”. Eustazio di Tessalonica, (1110 ca. – 1195 ca.).

GIOVEDI’ 5
– ore 21.30
presentazione libro “Quelli che Milano” di G.Ascari e M.Guarnaccia
[arci Scighera, via Candiani 131]
– ore 22
Zeus!
Fuzz Orchestra
Meteor
[arci Bitte, via Watt 37]

VENERDI’ 6
– ore 20.30
Interventi teatrali a cura di “Le Città Sottili“:
“Per For Man Ce” di e con Andrea Buttera,
“MAKò#01? di Estrella Buena, musiche di S. Castelli e C. Giuntini
– ore 22.30
?alos
the Great Saunites
Miavagadilania
[Csa Baraonda, via Pacinotti 13, Segrate]

SABATO 7
– ore 18
incontro pubblico “Costruire spazi di azione culturale nella Milano del terzo millennio
– ore 20
cena bio con i prodotti di “La Terra Trema
– ore 21
DAMO SUZUKI NETWORK (D.Suzuki, M.Agnelli, X.Iriondo, C.Calcagnile, E.Gabrielli)
EDDANoGuRuMariposaLombrosoOtolabStrotter inst.AssassinsDer Mauer
… e ospiti a sorpresa…
Radio Onda d’Urto Dauntaun dub party con Jah Lion Soung System vs. Black Star Line
[Leoncavallo, via Watteau 7]

DOMENICA 8
– ore 17
Workshop di autocostruzione a cura del Laboratorio di Elettronica Popolare
– ore 20
aperitivo
– ore 21
TRoK! presenta:
PETER BROTZMANN solo
E.Ricci + S.Bartolini
Peter Brotzmann impro quintet
[Cascina Autogestita Torchiera, piazzale Cimitero Maggiore 18]

dal 26 Aprile al 7 Maggio
“Gravity One” – installazione di Sergio Limonta
[O’, via Pastrengo 12]

Mariella Tilena

Nella vita ho ricevuto due doni: una buona scrittura e una buona dose di curiosità. Forse avrei voluto ricevere anche il dono artistico del musicista, perchè le note per me valgono più di mille parole. Allora uso spesso la tastiera per raccontare di musica... ma non solo.

Potrebbero Interessarti

Citroën alla Design Week

Citroën torna alla Milano Design Week facendo partnership, anche quest’anno, con un grande nome dell’Italian design: Bertone Design Interior.

GORE-TEX REFRACTIONS alla Milano Design Week

Il brand protagonista con la sua tecnologia nel mondo fashion e sport, celebra il design e le collaborazioni al Fuorisalone

Domus Academy Prototyping Ideas

L prima scuola post-graduate di design in Italia, è stata protagonista di un ciclo d’incontri e workshop dedicati alla prototipazione di idee destinate a cambiare il mondo nel verso giusto.

Ultimi Articoli

DESIGN

FRAMOUR eyewear

FRAMOUR eyewear è il brand di occhiali da sole e da vista nato da un’esigenza: trovare degli occhiali da sole eleganti che non costino un occhio della testa. L’esigenza è quella di Filippo e Riccardo, fratelli, che proprio col nome Framour vogliono comunicare il loro amore per gli occhiali da sole: frame + amour (per quel tocco d’eleganza francese).

BARCELONA

Barcelona – The Monocle Travel Guide Series

Alla scoperta delle luci, suoni e sapori che la città catalana ha da offrire

FASHION

Waxman Brothers SS18

Nuove fantasie per l’estate

Top