Hanvon Art Master

Non sono molto pratico di tavolette grafiche, anzi per niente. Ma va bene così perché questo “oggetto” a stento riesco a definirlo col nome di tavoletta. Da persona da sempre […]

Non sono molto pratico di tavolette grafiche, anzi per niente. Ma va bene così perché questo “oggetto” a stento riesco a definirlo col nome di tavoletta. Da persona da sempre abituata a vivere con la matita in mano posso dire che quasi non ci si accorge della differenza tenendo in mano la penna digitale della Hanvon Art Master 3.

Estremamente precisa e maneggevole, interpreta alla perfezione il “pensiero” della tua mano permettendoti di giocare con la pressione esattamente come fosse una matita vera. Non servono particolari programmi per godertela, io la uso per disegnare su photoshop e i tools da disegno del programma adeguano il proprio funzionamento al’hardwere che utilizzi rendendo quasi divertente provare la resa dei vari pennelli usati attraverso la hanvon.

Non sono in grado di fare comparazioni con altri prodotti simili ma nel confronto con il suo avo analogico, la matita, si avverte decisamente una certa “evoluzione della specie”. Mi ci diverto un sacco, anche quando disegno cose non divertenti.

Per tutti i dettagli tecnici leggete la scheda sul sito ufficiale qua.
[ Recensione di Gianluca Crudele ]

Potrebbero Interessarti

Soulmates: Sven Marquardt in mostra a Milano

Dal 15 giugno al 21 luglio 2018 il buttafuori più famoso del mondo porta in mostra la sua arte, la fotografia, al Tempio del Futuro Perduto a Milano.

RETROSUPERFUTURE FRED

Realizzati da sapienti mani artigiane italiane, i nuovi RETROSUPERFUTURE FRED nascono per anticipare i trend, con le loro forme spigolose e una palette di colori audace.

I piatti decorati di DAMELIA

Il mondo fantastico di DAMELIA, fra illustrazioni contemporanee e piatti recuperati dalla credenza della nonna.

Ultimi Articoli

FASHION

Vans x Van Gogh Museum

Una collaborazione esclusiva tra Vans e il Van Gogh Museum di Amsterdam

FASHION

PUMA RS-0 SOUND

Dal 16 agosto la nuova sneaker ispirata alle music vibes anni ’80

DESIGN

La nuova scuola italiana: BURRO STUDIO

Federica Caserio e Giovanni Manzini sono l’anima creativa di BURRO STUDIO. In viaggio costante fra Milano e Verona, navigano fra branding, t-shirt ed eventi esotici.

Top