Keith Haring, da Milwaukee a Chieti

È arrivato a Chieti da Milwaukee “un muro” di 30 metri di pannelli di legno interamente dipinto, da entrambi i lati , dall’artista più omaggiato della street art. La grande opera di Keith Haring, realizzata nel 1983, con le sue figure primitive-pop è ospitata, non a caso, nel Museo Archeologico Nazionale- La Civitella fino al 19 febbraio 2012.

È arrivato a Chieti da Milwaukee “un muro” di 30 metri di pannelli di legno interamente dipinto, da entrambi i lati , dall’artista più omaggiato della street art.
La grande opera di Keith Haring, realizzata nel 1983, con le sue figure primitive-pop è ospitata, non a caso, nel Museo Archeologico Nazionale- La Civitella fino al 19 febbraio 2012.
Il percorso espositivo nel museo è arricchito da fotografie e video che documentano le fasi della realizzazione dell’opera.
I suoi graffiti e il suo modo di vedere l’arte sono stati sicuramente fonte di ispirazione per innumerevoli artisti e creativi che hanno interpretato e riprodotto le sue figure simbolo sulle più svariate tipologie di prodotti di design; ultimamente , infatti, possiamo ricordare la collezione di successo dello shoes designer inglese Nicholas Kirkwood.
Se volete, omaggiare anche voi questo grande artista e allo stesso tempo contribuire alla causa della Keith Haring Foundation ( che aiuta i bambini malati di AIDS ) potrete acquistare qualsiasi suo gadget nel negozio online Pop Shop.

POTREBBERO INTERESSARTI