Documentary Platform

Il programma di Documentary Platform, archivio visuale online e offline, parte proprio da un’istanza sociale che attraverso l’obiettivo fotografico immortala il cambiamento che la modernità apporta nelle nostre vite, nel nostro paesaggio, nel nostro privato e nella nostra socialità, appunto. A cavallo tra la globalizzazione e la territorializzazione delle nostre esperienze quotidiane, esistono frammenti congelati nell’istante di uno scatto.


Giacomo Chiesa

“Crediamo che la fotografia, come osservazione consapevole delle trasformazioni e come pratica diffusa di appropriazione, possa avere un ruolo etico e persino politico nell’imparare a vedere la contemporaneità”
MICHELE CERA, FEDERICO COVRE

Il programma di Documentary Platform, archivio visuale online e offline, parte proprio da un’istanza sociale che attraverso l’obiettivo fotografico immortala il cambiamento che la modernità apporta nelle nostre vite, nel nostro paesaggio, nel nostro privato e nella nostra socialità, appunto. A cavallo tra la globalizzazione e la territorializzazione delle nostre esperienze quotidiane, esistono frammenti congelati nell’istante di uno scatto. Banchi di scuola al termine delle lezioni, facce comuni, parcheggi urbani, panorami italici. Ci si interroga, visualmente, sull’identità. Un’identità tacita e ordinaria, che cambia e lo fa impercettibilmente sotto la luce del sole mediterraneo, immobile ed eterno.


Cesare Fabbri


Filippo Brancoli

L’individuo è analizzato nel contesto comunitario, quello di una serata tra amici, di una gita “di massa” fuori porta. Sempre in contrasto con una natura accogliente e trasformata.


Giacomo Chiesa


Federico Covre

Questa natura, difatti, si sviluppa “illegalmente”, si erode e si riappropria, segnata dall’intervento dell’uomo-macchina e, a volte, lasciata intatta, incurante del tempo.


Fabio Barile


Francesco Millefiori

Federica Sfregola

Da piccola sognava di diventare un'archeologa, ma molto presto ha capito che il "vecchio" non faceva per lei. L'arte, invece, le è rimasta tra le vene. Appassionata di creatività, trascorre troppo tempo a navigare nel web cercando novità (artistiche, musicali, cinematografiche, modaiole) ascoltando SOLO musica indipendente. Le piace il decollo degli aerei, la luce che filtra tra i rami degli alberi e gli Arcade Fire. Non le piace chi la chiama "cara", il disordine e la parola "ormai".

Potrebbero Interessarti

Soulmates: Sven Marquardt in mostra a Milano

Dal 15 giugno al 21 luglio 2018 il buttafuori più famoso del mondo porta in mostra la sua arte, la fotografia, al Tempio del Futuro Perduto a Milano.

Knitted Camouflage

La serie fotografica di Joseph Ford gioca sull’effetto camaleontico dato dalle realizzazioni a maglia di Nina Dodd.

Impossible Project, mai più senza Polaroid

A che serve questo dannato mondo meccanico? A che serve una calcolatrice scrivente, quando hai davanti almeno tre device che ti possono aiutare a mettere insieme tutti i numeri di […]

Ultimi Articoli

ARTS

ARTEPARCO

Il designer Marcantonio inaugura il progetto di arte sostenibile nei boschi del Parco Nazionale d’Abruzzo

FASHION

Thalassa Home

Artigianato bohemien ispirato all’Egeo

MADE IN ITALY

Artctory

Una startup per dare visibilità al made in Italy nel mondo

Top