Uniqueness. La moda si fa 2.0

Una sala di specchi e poche modelle, sedute e immobili, al servizio di chi le guarda. Abiti fluidi arricchiti da plissé e georgette, gioielli rock&roll e fantasie ricavate dall’estetica del […]

Una sala di specchi e poche modelle, sedute e immobili, al servizio di chi le guarda. Abiti fluidi arricchiti da plissé e georgette, gioielli rock&roll e fantasie ricavate dall’estetica del tatoo vintage. Il mondo di Alessandra Facchinetti irrompe, libero come non mai, nella collezione 1.02 di Uniqueness (presentata sabato in Triennale a Milano) dove l’intero immaginario della designer è mescolato fino a creare uno scrigno colmo di ricordi romantici e decadenti. Questa stanza delle meraviglie è stato concepito come un vero e proprio set in cui, stavolta, gli spettatori erano in azione.

L’ambiente onirico concepito dalla stilista, però, non rimane intrappolato nella sua immaginazione, ma è condiviso con gli outsider, ovvero coloro che sono fuori dal suo atelier. Con il progetto Uniqueness Cast, Alessandra ha scelto di renderci partecipi del processo creativo delle sue collezioni chiedendoci di ispirarla con contenuti direttamente caricabili sul suo diario online. Seguendo il tema proposto dalla stilista, gli utenti potranno consigliare immagini e video affini diventando attori (e non più spettatori) del gioco della creazione. Il progetto user genereted è, in questo caso, una proposta inclusiva, così come lo strumento utilizzato, il web. Sfogliando il Diary, infatti, ci si scopre vicini ai gusti artistici, musicali, grafici e illustrativi della designer con cui si instaurano uno scambio empatico di emozioni e un territorio di confronto. La prima tematica lanciata sul sito è Decadence & Romance , seguita dal flusso di immagini uploadate dai visitatori (compreso il mio!).

Con Uniqueness, inoltre non esistono più la stagionalità e le tempistiche del mercato della moda. Le creazioni della Facchinetti saranno direttamente acquistabili sul sito del brand con un turn over veloce di abiti in shop.
Le porte virtuali dell’atelier Uniqueness sono state aperte, ora tocca a noi entrarvi!

Federica Sfregola

Da piccola sognava di diventare un'archeologa, ma molto presto ha capito che il "vecchio" non faceva per lei. L'arte, invece, le è rimasta tra le vene. Appassionata di creatività, trascorre troppo tempo a navigare nel web cercando novità (artistiche, musicali, cinematografiche, modaiole) ascoltando SOLO musica indipendente. Le piace il decollo degli aerei, la luce che filtra tra i rami degli alberi e gli Arcade Fire. Non le piace chi la chiama "cara", il disordine e la parola "ormai".

Potrebbero Interessarti

MusicaXAdulti

MusixaXAdulti è un esperimento di post-clubbing curato dalla crew milanese Inciso. Una volta ogni due mesi, fino ad Aprile, il Tunnel Club ospiterà una vera e propria esperienza che trascende […]

Torna Fuck Normality Festival

Il bellissimo Sudestudio di Guagnano, una location immersa fra gli ulivi della campagna salentina, si prepara ad ospitare la sesta edizione di Fuck Normality Festival, l’evento dedicato alla musica e […]

NeXTones: il festival in una cava storica del Piemonte

NeXTones è sicuramente uno degli eventi più affascinanti del panorama musicale italiano, e il merito non è solo di una location meravigliosa e suggestiva, ma anche di una direzione artistica […]

Ultimi Articoli

FASHION

Levi’s Sportswear Spring Summer 2018

Levi’s rilancia il logo storico delle Olimpiadi di Los Angeles 1984 con una nuova collezione spring/summer per l’uomo e la donna.

ARTS

Citazioni pratiche – Fornasetti a Palazzo Altemps

In scena le incursioni artistiche di Piero e Barnaba Fornasetti tra i cortili e le sale del Museo di Palazzo Altemps

ADVERTISING

Ikea ha fatto l’ennesima pubblicità geniale

Grazie non solo alla suo effetto sorpresa, ma alla carica emozionale che porta con sé

Top