Il fascino del tempo. Lorenzo Petrantoni x Swatch

“Il passato non è affatto morto, anzi non è nemmeno passato!” (Owen Wilson in Midnight in Paris, Woody Allen) Difronte alle colossali installazioni di Lorenzo Petrantoni, il tempo sembra fermarsi […]

“Il passato non è affatto morto, anzi non è nemmeno passato!”
(Owen Wilson in Midnight in Paris, Woody Allen)

Difronte alle colossali installazioni di Lorenzo Petrantoni, il tempo sembra fermarsi in un patchwork di immagini ereditate dal passato e contaminate con l’immaginario del presente. Grafico ed illustratore classe 1970, nato a Genova e formatosi a Milano, ha conquistato con la sua ricca gamma personale di greche e motivi grafici il panorama internazionale collaborando con le più importanti testate come il “Time”, “El Pais”, “Wall Street Journal”, “Washington Post”, “Sole 24 Ore”, “El Pais” e con brand quali “Nike”, “Coca Cola”, “Coin”. Un sapore di altri tempi si coglie nelle sue stampe che profumano di 19° secolo e che regalano un viaggio in tempi romantici e di splendore culturale.

In occasione della sua ultima personale “Timestory” presso il Refettorio delle Stelline a Milano, inaugurata il 2 marzo e aperta fino all’1 aprile, Petrantoni concepisce un’installazione composta da un monumentale collage di ritagli di vecchi giornali animati da meccanismi in movimento che scandiscono il tempo. Timestory è affiancata dalle famose stampe dell’artista che hanno sancito il suo successo nel mondo.

Tra queste, la sua ultima collaborazione con Swatch, storico marchio di orologi che dialoga con l’arte dagli anni ’80 e che ha realizzato collezioni speciali attraverso l’apporto di grandi star come Keith Haring, Kiki Picasso, Alfred Hofkunst, Mimmo Rotella, Alessandro Mendini, Ivan Navarro e Jean-Michel Othoniel. Stavolta, Lorenzo Petrantoni ha realizzato 5 orologi abbelliti con decori, caratteri, lettere e simboli del 19° secolo, rigorosamente in bianco e nero e stampati sul morbido silicone e sulle superfici in plastica.
Colore, bellezza, sogno, verità, stile, invenzione e contemporaneità racchiudono il fascino dei tempi passati in cui ognuno di noi si rifugia nelle sue notti di fantasia.

Federica Sfregola

Da piccola sognava di diventare un'archeologa, ma molto presto ha capito che il "vecchio" non faceva per lei. L'arte, invece, le è rimasta tra le vene. Appassionata di creatività, trascorre troppo tempo a navigare nel web cercando novità (artistiche, musicali, cinematografiche, modaiole) ascoltando SOLO musica indipendente. Le piace il decollo degli aerei, la luce che filtra tra i rami degli alberi e gli Arcade Fire. Non le piace chi la chiama "cara", il disordine e la parola "ormai".

Potrebbero Interessarti

Citazioni pratiche – Fornasetti a Palazzo Altemps

In scena le incursioni artistiche di Piero e Barnaba Fornasetti tra i cortili e le sale del Museo di Palazzo Altemps

Ikea ha fatto l’ennesima pubblicità geniale

Grazie non solo alla suo effetto sorpresa, ma alla carica emozionale che porta con sé

MADE IN CATTELAND

Maurizio Cattelan invade i gift shop dei musei con MUSEUMS LEAGUE il progetto “art for all” dedicato ai tifosi dell’arte contemporanea

Ultimi Articoli

BAGS

Eastpak presenta i nuovi prodotti per il prossimo Autunno

Novità e collaborazioni presentate al Pitti Uomo 18.

BAGS

Moleskine presenta le nuove collezioni per il nomade urbano

Appuntamento al prossimo inverno per borse e zaini del famoso brand di taccuini

GOURMET

Carrefour Market CityLife

Non solo cibi di qualità, ma una vera e propria esperienza d’acquisto

Top