Elita Festival 2012 Diary|Day#1

Troppi eventi, troppa gente, troppe liste, troppi drink, troppa pioggia. Ne sono certa, non si esce vivi dalla Design Week milanese. Lo stress da “party solo su invito” sta trasformando gli abitanti, e i turisti d’occasione, di questa città in profughi alla deriva, si salvi chi può! Mentre nei luoghi del design la gente si guardava intorno scambiandosi opinioni sul catering e informazioni sugli appuntamenti delle successive 5 ore, noi di Polkadot abbiamo preferito recarci in una delle location, a nostro avviso, di più probabile interesse: il Teatro Parenti, headquarter in questi giorni dell’Elita Festival 2012.

Qui, finalmente, le persone ci sono sembrate rilassate e appassionate. Per festeggiare l’apertura del festival, si è potuto assistere alle performance di Mixhell feat. (atleta e musicista) Andrea Howe e del dj, cartoonist e proprietario di un’azienda che produce tè, Mr.Scruff. La musica eclettica di quest’ultimo, tra soul, funk, R&B, disco, deep house, reggae, ska ed electro ha divertito i più scatenati e incuriosito i music lovers. Perchè poi si sa, all’Elita si va per aggiornarsi sulle più recenti proposte della scena musicale alternativa, senza esclusione di generi.

Girovagando tra le sale del Parenti, vi abbiamo chiesto perchè avete scelto di essere lì piuttosto che in giro per i mille eventi (con free drink) del Fuori Salone. Le vostre risposte nel video!


Video realizzato da Enrico Madau

Stasera ci rivediamo sempre nello stesso posto con una line up d’eccezione. Chi apprezza i Little Dragon non potrà sicuramente perderseli!

POTREBBERO INTERESSARTI