Paint my Run: corsa a colpi di colore

Immaginate di riproporre una tavolozza di colori, con Sirolo (splendida cittadini nel cuore della Riviera del Conero) nella parte del ripiano e decine di persone in maglietta bianca in quella […]

Immaginate di riproporre una tavolozza di colori, con Sirolo (splendida cittadini nel cuore della Riviera del Conero) nella parte del ripiano e decine di persone in maglietta bianca in quella delle tempere.

Ok, vado con ordine.

L’idea nasce da alcuni ragazzi decisi a portare sulla costa marchigiana un’antica tradizione indiana: l’Holi manifestazione che riempie ogni anno interi scatoloni di memory card di fotografi e videomaker di tutto il mondo.
Da questo progetto nasce la prima edizione di Paint My Run che si terrà questa domenica, 23 Settembre, nella splendida cornice della Riviera del Conero, scorcio di east coast italiana che conserva in sé bellezze mozzafiato.

Il programma è molto semplice: una corsa fra le strade di Sirolo in cui i partecipanti dovranno avere come divisa di ordinanza un maglietta obbligatoriamente bianco candida. Ad ogni chilometro una zona colore in cui dei simpatici volontari spareranno su volti e corpi dei corridori massicce manciate di colore in polvere (assolutamente sicuro e naturale al 100%). All’arrivo l’esplosione di colori sarà completa e danze e musica celebreranno il divertimento.

4,6 km (con tanta discesa assicurano gli organizzatori ndr) di puro divertimento e sorrisi a 32 denti.
I presupposti sembrano ideali per scoprire una splendida cittadina costiera, partecipare ad un evento unico del suo genere, fare una montagna di fotografie e riempire corpo e anima di colori sgargianti.

Io ci andrò con la mia reflex ben imbustata per proteggerla dai colori. Ma penso non ci sia speranza!

paintmyrun.com

Potrebbero Interessarti

Soulmates: Sven Marquardt in mostra a Milano

Dal 15 giugno al 21 luglio 2018 il buttafuori più famoso del mondo porta in mostra la sua arte, la fotografia, al Tempio del Futuro Perduto a Milano.

Knitted Camouflage

La serie fotografica di Joseph Ford gioca sull’effetto camaleontico dato dalle realizzazioni a maglia di Nina Dodd.

Impossible Project, mai più senza Polaroid

A che serve questo dannato mondo meccanico? A che serve una calcolatrice scrivente, quando hai davanti almeno tre device che ti possono aiutare a mettere insieme tutti i numeri di […]

Ultimi Articoli

ARTS

ARTEPARCO

Il designer Marcantonio inaugura il progetto di arte sostenibile nei boschi del Parco Nazionale d’Abruzzo

FASHION

Thalassa Home

Artigianato bohemien ispirato all’Egeo

MADE IN ITALY

Artctory

Una startup per dare visibilità al made in Italy nel mondo

Top