NEU KLUB

Da quasi tre anni i ragazzi del Neu Klub provano ad allargare anche a Bari la scena clubbing alternativa europea. I loro party non passano inosservati in una Puglia avida di novità e buona musica: a loro il merito di aver portato in consolle o sul palco band e DJ producer del calibro di Vitalic, Le Castle Vania, Gesaffelstein, Bodi Bill, Uffie, Fukkk Offf, Schwefelgelb, Aaren Reale, The Sexinvaders, Autokratz, The Toxic Avenger ecc.

Amanti dell’indie dance, di nostalgiche atmosfere darkwave o delle vibrazioni notturne della Berliner Techno/Deep… Chi vuole vivere una serata dal carattere internazionale aspetta con ansia il prossimo evento Neu Klub, per fare l’alba sulla dancefloor, a pochi chilometri da casa propria, ai ritmi che pensava di poter ascoltare solo in cuffia. Ci siamo tolti qualche curiosità con Jenny e Saverio, che ci hanno raccontato le origini del sodalizio, le idee iniziali e i cambiamenti di percorso.

Come è nato il NEU KLUB e chi sono i KLUBBERS che gravitano attorno a questa realtà?
Jenny: Il Neu Klub nasce nel dicembre del 2009, dopo una visita a Berlino da Saverio (l’altra metà del NK), che mi ha fatto scoprire la vita dei club berlinesi, così diversa dalla realtà di Bari. Ottima musica, bei posti, bella gente, senza la necessità di svenarsi o di impazzire alla ricerca di un club in cui ascoltare e ballare la musica che piace, come invece accade da noi.
Con Saverio venne fuori la voglia di creare anche noi qualcosa di simile: in realtà non avevamo le idee molto chiare, ma di sicuro avremmo voluto mettere bella musica, organizzare una serata divertente con un biglietto di ingresso accessibile, e soprattutto trasmettere alle persone il nostro entusiasmo verso la musica e/o il divertimento in generale… Insomma far capire che una musica diversa era possibile…
Abbiamo preso spunto dalla scena alternativa dei club indie di Londra e Berlino, utilizzandoli come costante riferimento, e devo dire che nel tempo, grazie alla musica proposta dai suoi dj, alle luci ed alle immagini dei suoi vj e soprattutto grazie al suo originalissimo pubblico, la nostra idea ha potuto svilupparsi sempre meglio in un continuo crescendo di proposte.
Col tempo ci siamo affinati e “raffinati”, anzi guardando indietro c’è stata una crescita pazzesca, dal punto di vista artistico e musicale, e davvero si è creato fermento in cui ognuno ha potuto apportare idee e modifiche (basti pensare all’immagine grafica delle locandine, rivoluzionata dal nostro grafico Giovanni Labianca) e suggerimenti per creare situazioni sempre diverse e interessanti. Stesso dicasi per l’alternarsi dei fotografi e dei vj, ognuno di loro con uno sguardo personalissimo eppure in armonia col progetto e il lavoro degli altri. Tutti collaboratori pugliesi, gente che crede nella bontà dell’operazione e crede nell’idea della crescita di un movimento in Puglia. Non è detto che per goderti una serata o un live o un festival ogni volta si debba partire. Gli eventi li possiamo creare qua.

Saverio: Berlino gioca un ruolo fondamentale nella nascita di questo progetto ed è per noi una costante fonte d’ispirazione. Personalmente, il mio soggiorno di oltre tre anni a Berlino (2006-2009) mi ha dato la possibilità di imparare e assorbire tanto riguardo la vita di club, di vedere e ascoltare band e dj di fama mondiale ma anche ottimi artisti locali e resident che nulla hanno da invidiare a quelli più famosi, e di vivere a pieno la scena berlinese. L’idea portante del Neu Klub è quella della fusione di due mondi ormai comunicanti fra loro, quello degli indie rockers e dei clubber amanti dell’elettronica e della techno (cosa che sembra scontata oggi ma non lo è, se si pensa alla distanza tra questi due popoli fino a qualche anno fa). L’incontro con Jenny appena tornato a Bari e le successive esperienze a Berlino con lei hanno poi permesso di concretizzare questa idea (grazie al suo talento organizzativo), sin dalla prima festa “fatta in casa”, quella del dicembre del 2009 in un piccolo locale della periferia barese.
Il primo anno di feste con dj locali ha creato i presupposti per la diffusione di una musica “diversa” e la nascita di una scena, ed è stato il substrato perfetto per gli artisti internazionali che si sono esibiti successivamente da noi. Tutto questo è stato possibile grazie agli altri Klubbers che nel tempo hanno condiviso la nostra passione (in primis i nostri DJ Pierpaolo Guaragno, Alessandro Frisario, Giovanni Labianca—che è anche il nostro grafico—e Tommi Sgarangella, che tutt’ora condividono la consolle con me e Jenny, ovvero con Gazza e Missquittie). Anche se i veri Neu Klubbers (e lo dico senza retorica) sono tutte quelle persone a noi vicine che ci seguono sin dall’inizio, quelle che si sono innamorate del progetto strada facendo e ci supportano popolando la dancefloor dei nostri party e ci supportano incitandoci, dandoci consigli e perchè no anche redarguendoci quando è necessario.

Continua a leggere l’intervista sul sito di adidas originals.

POTREBBERO INTERESSARTI