Urban Air Project

E se al posto dei cartelloni pubblicitari ci fosse una foresta di bamboo? È questa l’idea di Stephen Glassman, un artista di Los Angeles che sta provando a diffondere globalmente il suo progetto Urban Air, dal forte impatto visivo ed ambientale. Il progetto ha bisogno di 100.000$ entro l’11 dicembre 2012, e si può donare anche 1$ attraverso la piattaforma di crowdfunding Kickstarter. Un obiettivo davvero arduo, ma che ha già ottenuto il sostegno di Summit Media, una concessionaria pubblicitaria locale, che donerà alcuni pannelli, ed il premio London International Creativity Award.

Il fine ultimo è quello di produrre un kit che permetta di convertire qualsiasi pannello in tutto il mondo, senza la necessità di studiare il caso nel dettaglio, e di monitorare il clima, mediante i sensori installati nella foresta di bamboo. Per la progettazione si sono mossi anche gli ingegneri di Arup, che ha firmato il Bird’s Nest di Pechino e la Biblioteca di Seattle. Il risultato finale è un simbolo di sostenibilità per le nostre città sempre più malate.

Per seguire il progetto attraverso i social sono disponibili la pagina Facebook e l’account Twitter.



Gianvito Fanelli

Vengo dalla Puglia, ma vivo a Milano. Mi occupo di design, sono laureato in Design della Comunicazione e studio PSSD al Politecnico di Milano. Sono un multitasker e sono costantemente impegnato nel pensiero creativo, frequentare eventi e divertirmi. I'm from Puglia, but I live in Milan. I deal with design as I'm graduated in Communication Design and I'm studying Product System Service Design at Politecnico di Milano. I'm a multitasker and I'm always busy in creative thinking, attending events and having fun.