C’est la Vie

Nato da una filastrocca scritta per caso, C’est la vie è il primo cortometraggio del regista Simone Rovellini, e non è un cortometraggio normale. Se di solito il cinema vuole […]

Nato da una filastrocca scritta per caso, C’est la vie è il primo cortometraggio del regista Simone Rovellini, e non è un cortometraggio normale. Se di solito il cinema vuole raccontare una storia, o portare avanti un’idea, o esprimere delle emozioni, C’est la vie vuole soltanto raccogliere una sfida: mettere in fila in una trama di senso compiuto tutte le parole francesi di uso comune nella lingua italiana. Niente di più.
E se alla fine nella trama c’è una morale, beh, sappiate che è del tutto accidentale.

Dopo due anni di produzione, portata avanti con discontinuità e mezzi di fortuna da una troupe di ragazzi giovani e sprovveduti, oggi possiamo finalmente dire che la sfida è… fallita. Eh già, perché i francesismi rimasti inutilizzati sono talmente tanti che ci si potrebbe riempire un sequel. Souvenir, per esempio. O dependance. O majorette.
E Simone Rovellini il sequel lo avrebbe anche girato, anzi, non vedeva l’ora di portare Henriette all’altare per lanciare il bouquet nel suo completo pre-maman, ma aveva finito il budget. E aveva voglia di cambiare gioco.
Anche così com’è, senza tutte quelle parole rimaste escluse, C’est la vie resta comunque un piacevole divertissement. Un meticoloso dossier sulla vita di una giovane maîtresse. Un film d’ensamble, ricco di suspense, per un pubblico d’élite.
Un raffinato lavoro d’equipe. Una boutade.

Potrebbero Interessarti

Zalando presenta BOLD MINDS SPEAK

In attesa della prossima edizione di Bread&Butter by Zalando a Berlino (1-3 settembre), Zalando lancia “Bold Minds Speak”, una serie che presenta le ultime novità del Festival of Style and […]

Jägermeister: Ask for a Darker Night

Dopo averci presentato il Night Meister, Jägermeister lancia il secondo capitolo della sua storia: “Ask for a Darker Night” è un invito a vivere una notte diversa dalle altre, più […]

Mercedes-Benz Now Experience

Il progetto artistico, con oltre 1 milione di visualizzazioni su YouTube, esalta l’importanza del momento e la visione della casa automobilistica tedesca legata alle auto elettriche.

Ultimi Articoli

DESIGN

Cacti Planters, i vasi per cactus ispirati a Frida Kahlo

Progettati da Anki Gneib per il brand svedese Nola, i Cacti Planters sono dei vasi per cactus che richiamano le forme e le proporzioni delle belle e pungenti piante tropicali.

FASHION

adidas Originals Futurepacer

Ispirate alle adidas Micropacer del 1984, le nuove adidas Originals Futurepacer spalancano le porte del futuro, grazie ad un design all’avanguardia che unisce mesh elasticizzato e strati di pelle di canguro.

EVENTS

PostKino, il cinema che gira la Puglia

Il cinema è capace di far viaggiare la nostra immaginazione, ma se fosse il cinema a viaggiare e a farci vivere delle esperienze uniche attraverso la scoperta di luoghi e cibi nuovi?

Top