Iger of the week: BENEDETTODEMAIO

“Disegnatore per vocazione, fotografo per svago”: la descrizione del feed di instagram di Benedetto Demaio (@benedettodemaio) potrebbe tranquillamente sostituire la mia recensione settimanale dell’”iger of the week”. O forse no. […]

“Disegnatore per vocazione, fotografo per svago”: la descrizione del feed di instagram di Benedetto Demaio (@benedettodemaio) potrebbe tranquillamente sostituire la mia recensione settimanale dell'”iger of the week”. O forse no.

Forse no, perchè quella frase semplice, chiara e concisa fa da separé ad un mondo a parte fatto di scarabocchi, teste grondanti di liquidi ambigui, bambini-frutta, corpi fumogeni e mosche in hd.

“Disegnatore per vocazione…” ed in effetti si nota subito la propensione di @benedettodemaio al disegno. Di qualsiasi tipo: vettoriale, digitale, a mano libera, surreale. Una figura antropomorfa che traccia linee intrecciate su un foglio, ma in verità sta disegnando la sua stessa testa. Il disegno forma l’uomo mentre egli stesso sta formando il disegno. Un do ut des simbiotico senza pretese.

“…,fotografo per svago” nel senso puro di divertimento. Lo si nota dagli scatti proposti da Benedetto: un vetro offuscato da una fredda brina che cela una figura umana capovolta altrettanto sfocata; una mosca in hd poggiata su una lastra color rame ossidato (colore usato spesso dallo stesso De Maio); un dito fotografato immediatamente dopo essere stato stritolato da un cordino (potete vedere le altre foto direttamente dal suo feed di instagram o dal suo tumblr, benedettodemaio.tumblr.com/);

Poi, ovviamente, disegno e fotografia si amalgamano, si mischiano e si completano privando ad uno parte dell’altro e viceversa: il mare , quello vero, grande, freddo e al contempo caldo, avvolgente dal quale spuntano i tentacoli stilizzati e imbizzarriti di un polpo gigante. Da vedere.

Ah, dimenticavo il resto della descrizione presente nel suo feed di instagram. Chiosa con la quale @benedettodemaio rende bene l’idea: “Vi racconto il mondo secondo me. Divertitevi, farò lo stesso”.

squ

Carlo Giardina

23 anni, batterista siracusano, appassionato di musica, fotografia e street art. A Milano, mia città d’adozione, studio Scienze della Comunicazione all’Università Cattolica. Sul mio stream di Instagram (@finnanofenno) creo immagini coniugando fotografia e disegno a mano libera.

Potrebbero Interessarti

Banksy ha distrutto una delle sue opere più famose

Non che ci fosse bisogno di conferme, ma l’artista (o il collettivo?) inglese ha di nuovo stupito il mondo. Come? Distruggendo una delle sue opere iconiche, non appena era stata battuta all’asta da Sotheby’s.

ARTEPARCO

Il designer Marcantonio inaugura il progetto di arte sostenibile nei boschi del Parco Nazionale d’Abruzzo

Soulmates: Sven Marquardt in mostra a Milano

Dal 15 giugno al 21 luglio 2018 il buttafuori più famoso del mondo porta in mostra la sua arte, la fotografia, al Tempio del Futuro Perduto a Milano.

Ultimi Articoli

EVENTS

Parte oggi il Maker Faire Rome – The European Edition

Dal 12 al 14 ottobre Roma è al centro del dibattito sull’innovazione

DESIGN

Tediber, il comfort si ordina online

Un materasso dal prezzo competitivo e prestazioni hi-tech, in una nuova esperienza di acquisto

EVENTS

Timberland UNLOCK THE CITY

Timberland lancia la sue nuova sneaker Cityroam, trait d’union fra il classico boot e i dettagli più innovativi per l’outdoor, e lo fa in grande stile lanciando il progetto Unlock the City, con un grande evento a Milano.

Top