Iger of the week: ALPHA2GRAPHIC

La Grecia è stata completamente distrutta, sventrata ed infettata dal periodo di crisi che, a macchia d’olio, sta contaminando gran parte (la parte sfigata, compresi noi) dell’Europa. In verità la […]

La Grecia è stata completamente distrutta, sventrata ed infettata dal periodo di crisi che, a macchia d’olio, sta contaminando gran parte (la parte sfigata, compresi noi) dell’Europa. In verità la Grecia lo è tutt’ora. Ed ogni singolo giorno la situazione peggiora (basti vedere un qualsiasi fotoreportage sulla crisi greca).

La sofferenza, lo sconforto, la disperazione, la rassegnazione dovranno pur essere combattute in qualche modo. Quando non ci sono le banche o la droga a darti una mano (vi prego di cogliere la “velata” ironia) ci pensa la nostra mente, il nostro genio, la nostra fantasia. Una fantasia quasi infantile che trova nel  gioco, il suo campo d’addestramento.

George Makrakis, alias @alpha2graphic, forse non sa di essere un ribelle.

Le sue foto, le sue composizioni, le sue fulminee visioni sono strumenti inconsci di una ribellione conscia. La ribellione allo schifo, al degrado, a noi stessi.

Le sue foto ritraggono giocattoli, non esseri umani. Giocattoli che sono, però, il simbolo di noi stessi e nei quali chiunque si potrebbe immedesimare.

stormtro

Lego, Playmobil, Disney: uno Stormtrooper inerme pronto ad essere squagliato da una spada laser puntatagli alla gola; le mani sopra la testa. E ora chi è il bene e chi il male? La verità è che non esiste questa differenza in noi stessi, ma esistono solo scelte. Le crisi si affronta con le scelte, quelle giuste. (purtroppo o per fortuna però spesso sono/è altri/altro a scegliere per noi).

Il Piccolo Principe immerso nel vento. Non lo porterà lontano: se si arrenderà , sarà scagliato contro il muro retrostante; se resisterà, sarà lentamente consumato dal vento stesso. Inerme.

Il pupazzo di un neonato dallo sguardo adulto e serio che scruta il suo futuro da una finestra velata di pizzo: il futuro c’è, ma non si vede. Per vederlo ci si deve sforzare. Adattarsi fin da neonati.

Due soldati si appostano; uno di loro si gira verso l’altro: “Perchè spari?”. Il silenzio su uno sfondo color resa.

@alpha2graphic sogna e fa sognare i suoi giocattoli affinché ognuno possa a sua volta sognare e sperare.

Se ci riescono i giocattoli, perché non dovremmo riuscirci noi?.

Carlo Giardina

23 anni, batterista siracusano, appassionato di musica, fotografia e street art. A Milano, mia città d’adozione, studio Scienze della Comunicazione all’Università Cattolica. Sul mio stream di Instagram (@finnanofenno) creo immagini coniugando fotografia e disegno a mano libera.

Potrebbero Interessarti

Birra Raffo e street artist: etichetta limited per la riqualificazione di Taranto

Birra Raffo si rifà il look con le nuove etichette limited edition disegnate dagli street artists Mr. Blob e Stencil Noire

DIESEL lancia il legal fake DEISEL

Mentre impazza la moda intorno ai loghi, DIESEL lancia una campagna audace destinata a far parlare di sé. Anzi, non una campagna, ma un vero e proprio brand: DEISEL.

I piatti decorati di DAMELIA

Il mondo fantastico di DAMELIA, fra illustrazioni contemporanee e piatti recuperati dalla credenza della nonna.

Ultimi Articoli

DESIGN

Drinkinfinity, la bottiglietta d’acqua del futuro targata Pepsi

Il colosso statunitense risponde alla crisi delle bevande gassate con un superfood dedicato ai salutisti. Riuscirà a fare breccia nel nostro cuore?

FLASH

Le ultime tendenze nel mondo dell’arredamento: è sempre più diffuso l’acquisto online

Anche il settore dell’arredamento procede a gonfie vele con le vendite online.

MUSIC

THE PINK FLOYD EXHIBITION: THEIR MORTAL REMAINS

Dopo l’enorme successo al Victoria and Albert Museum di Londra, la prima tappa internazionale a Roma della mostra già visitata da più di 400.000 persone

Top