Vittoria Hyde: glam & glamour

Italiana, ma di origini tedesche. Cantante, voce di Virgin Radio nel programma VirginRock20, personalità spigliata, decisamente femminile. Siamo lieti di ospitare sulle nostre pagine Vittoria Hyde, immortalata e quasi accecata negli scatti di Maurizio Bo.

Le abbiamo fatto qualche domanda.

Polkadot: Ciao Vittoria. 26 anni, una partecipazione ad X-Factor Italia ed ora la conduzione di Virgin Rock 20. Dove senti di essere arrivata ed in che strada stai andando?
Vittoria: Ciao Gianvito, X-Factor Italia è stato il mio primo e ultimo talent show; ho deciso, col senno di poi, di andare avanti alla vecchia maniera…la classica gavetta, che per una coincidenza e l’altra mi ha portato a Virgin Radio, con la VirginRock20 e da qualche settimana il Morningshow VirginRockCafe in co-conduzione con Omar Fantini dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 9.00.

v-i-t-t-o-r-i-a1
v-i-t-t-o-r-i-a2

P: Padre tedesco, ma praticamente monzese. Dove inizia e finisce la tua italianità ed in quale modo esprimi invece la tua anima teutonica?
V: Padre e madre entrambi tedeschi, nata a Monza, quindi brianzola-tedescha doc!
L’italianità inizia con le tante preferenze legate a questo meraviglioso paese: moda, buon cibo e vino, la dolce vita insomma…Anche se ultimamente non si vede più tanta gioia di vivere (non si canta più per strada, come una volta…)
Se dovesse esistere un carattere tipicamente teutonico in me si esprime forse nel mio essere ambiziosa, affidabile, esageratamente onesta e pignola-perfezionita sul lavoro, cosa che mi aspetto anche dagli altri.

P: Il nuovo singolo “Just Minutes Away” è uscito da qualche mese. Raccontaci un po’ la sua storia, la collaborazione con Ermal Meta (ex leader de La Fame di Camilla) e Luca Vicini (bassista dei Subsonica e produttore) e l’immaginario a cui vi riferite che, a noi, sembra richiamare, in termini musicali, un po’ il mondo glam e visivamente un po’ lo showbiz televisivo di cui hai fatto parte più volte.
V: L’incontro con questi due grandi è avvenuto grazie alla collaborazione con Sony Music Italia, con la quale è iniziata una collaborazione qualche mese fa. Mi sento molto vicina alla scrittura di Ermal Meta e Luca Vicini.
Ho sentito il pezzo una sola volta tra tanti altri ed ho capito subito che era mio…
Di Luca Vicini che dire: gran gusto nell’ arrangiamento,grande professionista e gran bella persona, belle persone tutti e due prima di tutto, cosa rara in questo ambiente. Un duo affiatato dalla collaborazione musicale che ha dato vita al progetto Shangai Beat! Notevoli!
Musicalmente glam e visivamente Showbiz, la combinazione perfetta per il mainstream Pop Rock direi no?

v-i-t-t-o-r-i-a3
v-i-t-t-o-r-i-a4
v-i-t-t-o-r-i-a5

P: Nel tuo passato musicale sei uscita dal terreno del rock: ti è piaciuto svestire i panni che forse più ti donano, musicalmente e visivamente? Non credi di esserti snaturata (con riferimento principalmente ai pezzi in italiano)?
V: Non essendo realmente cantautrice anche se qualche brano l’ho scritto e lo rifarò, la sperimentazione musicale fa parte di un processo di maturazione e crescita artistica e d’ immagine.
L’incontro con Virgin Radio mi ha diretto verso il Rock, anche se nel profondo sapevo già che la mia vera natura era quella ma più di tutto il rock melodico e il blues.
Nessun passo del passato mi ha snaturato, quello che sono oggi è la somma di tutto.

P: Radio o TV? Ti piacerebbe fare il salto (se così possiamo definirlo)?
V: Sì, perché no. Non escludo niente,mi piace esprimermi e comunicare in varie forme.
La Tv ti presenta anche in una certa totalità…Amando giocare con la voce, le parole, la moda e l’immagine forse sarebbe il mezzo di comunicazione perfetto per me…Non escludo niente.

P: Parliamo delle foto: cosa volete dirci tu e Maurizio? Che cosa vuoi comunicare di te stessa?
V: Ho sempre avuto una forte attrazione verso la fotografia e la moda.
Nello stile di Maurizio Bo mi sento rappresentata in forma nuova e sperimentale come sono io… Avanguardista.
Maurizio ed io ci siamo piaciuti a vicenda e da questo presupposto è nata la collaborazione, affidata allo styling di Gaetano Navarra, stilista che mi piace e mi rispecchia.

P:Ispirazioni, idoli, icone: i tuoi numeri tre in campo musicale. Ed il tuo marchio di moda preferito.
V: 1. David Bowie (ci avremmo giurato NdR)
2. Tina Turner
3. Rolling Stones

Marchio di moda preferito?
Difficile fermarsi ad uno solo, anche qui ti faccio la mia top three:

1. Moschino
2. Chanel
3. Marc Jacobs

P: Grazie mille!
V: Grazie mille e tanti Rock Kuesschen dalla ragazza con i tacchi più alti del Rock…

POTREBBERO INTERESSARTI
One Response