Roy Roger’s Rugged

Pescare negli archivi fa bene, spesso e volentieri. Lo dimostra Roy Roger’s Rugged, la nuova collezione heritage, che ripropone il gusto vintage degli anni ’40-50, arrichendolo di dettagli come il […]

Pescare negli archivi fa bene, spesso e volentieri. Lo dimostra Roy Roger’s Rugged, la nuova collezione heritage, che ripropone il gusto vintage degli anni ’40-50, arrichendolo di dettagli come il denim giapponese grezzo cimosato, cuciture a contrasto e salpe in pelle vegetale.
Pezzi sempre made in Italy che propongono uno stile casual ispirato all’immaginario americano, fra moto e hot rods, ben rappresentati nelle foto di Luca Campri dai modelli Jimmy Q – skateboarder e tattoo artist – e Ricki Hall, giudicato da Esquire come l’uomo col taglio di capelli più influente in Gran Bretagna.

20131213_sevenbell_LC_RRR_issue1_01
_MG_2430
_MG_2931
20131213_sevenbell_LC_RRR_issue1_03

Gianvito Fanelli

Pugliese, vivo a Milano. Sono un designer e mi occupo principalmente di comunicazione ed eventi. Mi piace la musica.

I come from Puglia, but I live in Milan. I'm a designer and I mainly work in the communication and events fields. I like music.

Potrebbero Interessarti

Timberland UNLOCK THE CITY

Timberland lancia la sue nuova sneaker Cityroam, trait d’union fra il classico boot e i dettagli più innovativi per l’outdoor, e lo fa in grande stile lanciando il progetto Unlock the City, con un grande evento a Milano.

Thalassa Home

Artigianato bohemien ispirato all’Egeo

adidas e GORE-TEX lanciano la giacca perfetta per la vita in città

progettata insieme a Conroy Nachtigall, pioniere dell’abbigliamento funzionale.

Ultimi Articoli

EVENTS

Parte oggi il Maker Faire Rome – The European Edition

Dal 12 al 14 ottobre Roma è al centro del dibattito sull’innovazione

DESIGN

Tediber, il comfort si ordina online

Un materasso dal prezzo competitivo e prestazioni hi-tech, in una nuova esperienza di acquisto

ARTS

Banksy ha distrutto una delle sue opere più famose

Non che ci fosse bisogno di conferme, ma l’artista (o il collettivo?) inglese ha di nuovo stupito il mondo. Come? Distruggendo una delle sue opere iconiche, non appena era stata battuta all’asta da Sotheby’s.

Top