Absolut Symposium: ancora una volta, un’esperienza indimenticabile

I giorni sono passati, l’adrenalina no: quella che è salita a dismisura nelle nostre ore passate ad Absolut Symposium, l’headquarter di Club to Club Festival che ormai da qualche anno […]

I giorni sono passati, l’adrenalina no: quella che è salita a dismisura nelle nostre ore passate ad Absolut Symposium, l’headquarter di Club to Club Festival che ormai da qualche anno è diventato un punto fisso dell’esperienza torinese.
Anche quest’anno abbiamo passato una giornata all’AC Hotel Torino, a pochi passi dal Lingotto, nell’attesa di una grande notte al festival; un’attesa che ci ha permesso di conoscere la nuova edizione limitata di una delle bottiglie più iconiche al mondo: la nuova Facet è tutta ispirata alle geometrie e ai poligoni e si è dimostrata la compagna giusta per ‘illuminare’ la nostra permanenza a Torino.

absolutac1-002
absolutac2-033
absolutac2-038

Come sempre non sono mancate le sorprese: quattro. Quattro stanze speciali che ci hanno permesso di immergerci in esperienze sensoriali e gustative molto interessanti e varie. Come la Jungle Room: immaginate una stanza di hotel invasa da piante di ogni sorta, umidità tropicale, musica e un cocktail molto rinfrescante; oppure una stanza, la Geometric, ispirata alle geometrie della bottiglia, con installazioni di arte visiva e zona chill-out.

absolutac2-001
absolutac2-008
absolutac1-099
absolutac1-105
absolutac1-107

Anche se la stanza forse più sorprendente è quella dell’ultimo piano, adibita a laboratorio chimico, fra fumi e un bartender impegnato a mostrarci i prodigi dei cocktail molecolari e dell’azoto liquido. L’ultima stanza, al piano terra, dedicata al networking e al riposo, con un cocktail molto elegante al sapore di rosmarino.

absolutac2-017
absolutac2-018
absolutac3-015
absolutac2-030

Dopo aver partecipato ai numerosi talk previsti nelle due sale e aver ammirato le tantissime bottiglie Absolut da collezione, è stato il momento di recarsi al Lingotto. Una serata intensa che ci ha offerto una visione sulla musica contemporanea, della quale ci permettiamo di citare le performance di Autechre – in un’atmosfera irreale e molto interiorizzante – e quella di Fatima Yamaha – del tutto opposta e con una certa gioia nell’aria – fra le nostre preferite. Opposte da tanti punti di vista e per questo così belle se vissute a poche ore l’una dall’altra.

absolutac2-152
absolutac2-044
absolutac2-041
absolutac2-037
c2c-009

Insomma, con un po’ di tristezza addosso, speriamo di darci appuntamento all’anno prossimo per vivere – ancora una volta – un’esperienza sorprendente firmata Absolut.

Gianvito Fanelli

Pugliese, vivo a Milano. Sono un designer e mi occupo principalmente di comunicazione ed eventi. Mi piace la musica.

I come from Puglia, but I live in Milan. I'm a designer and I mainly work in the communication and events fields. I like music.

Potrebbero Interessarti

BiennaleArte 2019 con Swatch

Costantemente Contemporaneo VS Antico, e Venezia Vive. #VENICEARTWEEK.

VENICE. THE PLACE TO BE, AND THE PLACES WHERE TO BE.

Un week-end alla scoperta dei posti da non perdere a Venezia

Technology for Arts. An Innovation in the Art World.

Un software per il mondo dell’arte

Ultimi Articoli

Barcelona

Primavera Sound 2019: The New Normal

Ci siamo. Occhiali da sole e propensione al divertimento e all’ascolto al massimo.

BARCELONA

Sonar 2019: la line up definitiva

Dal 18 al 20 luglio a Barcellona

GOURMET

INSIEME, ristorante mid-range dinamico Milanese

La cucina di mercato di Federica Caretta e Alessandro Garlando

Top