MARNI Happy Birds

A Natale MARNI lancia il progetto HAPPY BIRDS, nato per sostenere le cause benefiche a favore dell’infanzia. La collaborazione stabile con artigiani colombiani dà vita, per il 2016, ad una […]

A Natale MARNI lancia il progetto HAPPY BIRDS, nato per sostenere le cause benefiche a favore dell’infanzia. La collaborazione stabile con artigiani colombiani dà vita, per il 2016, ad una collezione di uccellini in legno e metallo dipinti a mano, in edizione limitata.

L’ispirazione viene dal mondo dell’arte: ogni soggetto celebra un grande artista del secolo passato. Carol Rama rappresentata con una coroncina a raggiera, Frida Khalo che prende le sembianze di un cormorano dal becco grande, così come Georgia O’Keefe diventa una gallinella. Poi, per finire, Alice Neel – l’uccellino che guarda in alto – e la regina Louise Bourgeois.

marni-happy-birds-2
marni-happy-birds-4
marni-happy-birds-5
marni-happy-birds-7
marni-happy-birds-11
marni-happy-birds-12
marni-happy-birds-13
marni-happy-birds-14
marni-happy-birds-15
marni-happy-birds-16
marni-happy-birds-18
marni-happy-birds-19

Il ricavato dell’operazione sarà devoluto a favore di Associazione Vimal, impegnata per supportare i bambini ospiti dei campi profughi indiani. La collezione sarà in vendita in esclusiva nelle boutique Marni a inizio dicembre e saranno disponibili per tutto il periodo natalizio.

Gianvito Fanelli

Pugliese, vivo a Milano. Sono un designer e mi occupo principalmente di comunicazione ed eventi. Mi piace la musica.

I come from Puglia, but I live in Milan. I'm a designer and I mainly work in the communication and events fields. I like music.

Potrebbero Interessarti

La Sequenza di Fausto Melotti

L’opera monumentale che accoglie i visitatori dell’Hangar Bicocca

Due libri perfetti per chi ama l’avventura

Ride Out! e The Hidden Tracks raccontano nel dettaglio i percorsi mozzafiato in giro per il mondo da ripetere con il proprio bolide a 2 ruote, o semplicemente camminando.

Banksy ha distrutto una delle sue opere più famose

L’artista (o il collettivo?) inglese ha di nuovo stupito il mondo. Come? Distruggendo una delle sue opere iconiche, non appena era stata battuta all’asta da Sotheby’s.

Ultimi Articoli

DESIGN

Tala – Lighting design sostenibile

Due proposte per il Natale dal brand di illuminazione inglese

LIFESTYLE

Due proposte da sogno per una vacanza in Puglia

Modernità e tradizione in due strutture esclusive

FASHION

National Standard

Sneakers di qualità made in Paris.

Top