STOLEN GIRLFRIENDS CLUB

Quando il nome è tutto un programma! Il duo di surfisti neozelandesi Marc Moore e Luck Harwood creano il loro brand nel 2005, decisi a stampare magliette per le rispettive […]

STOLEN GIRLFRIENDS CLUB

Selectism - Stolen Girlfriends Club Autumn/Winter 2010

Quando il nome è tutto un programma! Il duo di surfisti neozelandesi Marc Moore e Luck Harwood creano il loro brand nel 2005, decisi a stampare magliette per le rispettive ragazze. Di lì, la loro produzione si allarga fino a divenire uno dei marchi più trendy dello scenario occidentale. Stolen Girlfriend Club è un brand dalle forti ispirazioni anni 70/80 al quale si aggiunge un certo gusto punk (fino a sfociare nella tendenza heavy metal) attento ai materiali e aperto a collaborazioni con le giovani leve del design. L’ultima collezione uomo e donna autunno/inverno 2010 offre una immagine che contamina il mondo del far west Jarmuschiano con tenere linee lolitiane.

Federica Sfregola

Da piccola sognava di diventare un'archeologa, ma molto presto ha capito che il "vecchio" non faceva per lei. L'arte, invece, le è rimasta tra le vene. Appassionata di creatività, trascorre troppo tempo a navigare nel web cercando novità (artistiche, musicali, cinematografiche, modaiole) ascoltando SOLO musica indipendente. Le piace il decollo degli aerei, la luce che filtra tra i rami degli alberi e gli Arcade Fire. Non le piace chi la chiama "cara", il disordine e la parola "ormai".

Potrebbero Interessarti

Calzature AGL, un’ode alla femminilità

Le calzature pensate dalle 3 donne al vertice dell’azienda di famiglia, per le donne

Lässig, casual e sostenibile

Stile e praticità nelle borse/zaini per le mamme

Il Christmas pack di AW LAB

…e arriva anche la Canzone di Natale interpretata da Jasley

Ultimi Articoli

DESIGN

Le proposte per Natale di Armando Poggi

La selezione dello storico negozio di Firenze

DESIGN

I giocattoli in legno di Min Min Copenhagen

Il design minimalista dei blocchi esalta la creatività dei più piccoli

DESIGN

8 e Mezzo

L’azienda pugliese ridefinisce il lusso in maniera sostenibile

Top