Urban Shit. Real Shit.

Di creatività son carichi i barattoli, pieni di tonico rifiuto organico ma agghindati da una fine confezione di design. Dite che sono troppo poetico? Come si fa a non essere […]

4

Di creatività son carichi i barattoli, pieni di tonico rifiuto organico ma agghindati da una fine confezione di design.
Dite che sono troppo poetico? Come si fa a non essere poetici parlando di Vera Merda. Già, Real Shit è il nome di questo prodotto. Nient’altro che un barattolino carico di profumate produzioni organiche: 70% di cavallo, 30% di gallina.
Non si sa molto di chi ci sia dietro il progetto. Tutto gira intorno ad una vita non proprio felice e di una felice decisione nata da dove nascono tutte le piante.
Real Shit è il concime ideale per hipster balconi metropolitani. Lo dimostrano il design minimale del barattolo e le regole del Dirtyfesto.
Siete pronti a farvi venire il pollice verde? Smell the difference.

5

7

2

3

6

1

One thought on “Urban Shit. Real Shit.”

Comments are closed.

Potrebbero Interessarti

Il mondo incantato dei vetri di Pierre Rosenberg

Un favoloso destino per una straordinaria collezione, tra Venezia e Parigi

Il design senza tempo di Childhome

Accessori e complementi per ambienti felici

I giochi di FRANCK & FISCHER

Realizzati in materiali naturali e sicuri, studiati per la sicurezza ed il divertimento di ogni bambino.

Ultimi Articoli

BAGS

Osprey presenta Talon Ghost, l’apice dell’outdoor moderno.

Perfetto per l’hiking leggero come per le escursioni più difficili, per la bici e per la città

KIDS

Trixie si ispira all’immaginazione dei bambini

La nuova collezione del brand belga

KIDS

The Wandering Workshop, giocattoli fatti di sogni

Realizzati in Grecia, con un design minimalista e giocoso

Top