Flat Socks

Ci sono elementi spesso sottovalutati, dettagli che in realtà contano tanto nell’estetica di un outfit che nella sua comodità. Complice l’esplosione dello sport wear anche negli ambienti più alla moda, […]

Ci sono elementi spesso sottovalutati, dettagli che in realtà contano tanto nell’estetica di un outfit che nella sua comodità. Complice l’esplosione dello sport wear anche negli ambienti più alla moda, il calzino sportivo, quello di spugna tanto per intenderci, è tornato violentemente alla ribalta. Sono tanti i marchi che lo hanno da sempre in catalogo o che hanno cominciato a proporlo da qualche stagione, ma quelli che vi presentiamo oggi hanno decisamente una marcia in più: prima di tutto sono Made in Italy al 100%, dal design alla manifattura, ma soprattutto hanno una cura per i dettagli tecnici e per l’estetica che ci ha favorevolmente impressionato.

Flat Socks è il brand nato dalla mente di Michele e Francesco, skater abbastanza navigati che hanno deciso di realizzare una serie di modelli di quella calza di spugna bianca (o nera), spesso caratterizzata da tre strisce orizzontali, che non si può non notare sulle caviglie e i polpacci degli skater.
I Flat Socks riprendono l’estetica base dei calzini di spugna con le strisce, ma le rendono, in due modelli bianconeri (a colorazioni invertite), riflettenti grazie a un materiale catarifrangente. Non una stampa che con qualche lavaggio va via, ma un vero e proprio filato. Sembra cosa da poco, ma questo non solo aumenta la complessità della produzione, ma rende l’inserto più resistente, bello ed efficace.


Photo: Matilde Greci

Un dettaglio, quello del filato colorato, che ritroviamo anche nella gamma più “tradizionale”. Prendete i calzini che avete nel cassetto e provate ad allungarli. Sotto la parte colorata, vedrete del filato bianco: decisamente antiestetico e frutto di un processo più semplicistico che prevede la stampa del cotone. Flat Socks, invece, hanno diversi filati che si alternano, come fossero saldati: un procedimento che richiede più tempo, ma che dà risultati estetici decisamente migliori.
Altri due dettagli che vale la pena citare: la calzata è completamente elasticizzata. Dettaglio soprattutto per skater e sportivi, che apprezzeranno una calza che non “sfugge” e aderisce bene al piede. L’altra chicca, più legata all’estetica, è la possibilità di ripiegare l’estremità dei calzini per nascondere la grafica originale, grazie a un risvolto interno che presenta il logo del brand.

Il costo è leggermente più alto (da 15 a 20 euro) rispetto alla concorrenza, ma pensiamo ben giustificato dalla manifattura di qualità, completamente italiana, e dal design originale.

Gianvito Fanelli

Pugliese, ho vissuto a Milano per dieci anni prima di tornare in Puglia. Sono un designer. Ho una newsletter, colazione.email, e un progetto su Instagram @vita________lenta

Apulian, I lived in Milan for ten years before returning to Puglia. I am a designer. I have a newsletter, breakfast.email, and a project on Instagram @vita________lenta.

Potrebbero Interessarti

Views of Mount Kilimanjaro, la nuova collezione di Mini Rodini

L’ispirazione per la primavera/estate è il maestoso monte Kilimanjaro, gli animali che vivono con la montagna come sfondo, e la flora sorprendente che lo circonda.

Le sneakers sostenibili Victoria

Tessuti ecologici e una palette di colori pastello per la primavera/estate

Petit Filippe

Esther ed il compagno Thomas vivono ad Amsterdam, ed hanno iniziato il loro business realizzando mocassini per bebè.

Ultimi Articoli

ARCHITECTURE

Lo studio di design thailandese Mepitree svela il suo nuovo progetto

La residenza accentua il contrasto tra gli elementi maschili e femminili

DESIGN

I giocattoli intelligenti di Djeco

L’azienda francese punta su creatività, audacia e passione

DESIGN

I tappeti da gioco Evibell

Pieghevoli e con stampa su 2 lati: perfetti per la sicurezza dei più piccoli

Top