The Future of Fashion, la web series di Alexa Chung

The Future of Fashion è una web series prodotta da British Vogue con l’obiettivo di sfatare un luogo comune senza fondamento, quello della moda come qualcosa unicamente di frivolo e […]

The Future of Fashion è una web series prodotta da British Vogue con l’obiettivo di sfatare un luogo comune senza fondamento, quello della moda come qualcosa unicamente di frivolo e futile, di bello per il bello e basta.

Ambasciatrice di questa “campagna pro-fashion” non poteva non esserci che lei, Alexa Chung, la più amata delle IT-girl d’Inghilterra.
La sua è una carriera che inizia a 15 anni come modella, prosegue come stylist e presentatrice TV, per poi fiorire nell’Olimpo dello icone in tema di classe e tendenze.
Chi meglio di lei per raccontare un mondo dove spesso solamente gli addetti ai lavori sanno quanta ricerca, energia, passione, ci vogliono per creare, vendere, fotografare, raccontare.

alexa-film-4-joris-vogue-4-5oct15-1566

La moda è una forma d’arte con un potere smisurato di scatenare cambiamenti sociali e definire canoni estetici e sessuali. La moda ha una forte componente edonistica, la moda è divertimento, ma non per questo deve essere interpretata e intesa unicamente attraverso questo concetto.
Nel suo essere frivola muove solo nel Regno Unito qualcosa come 28 miliardi sterline, più del settore automobilistico, un capitale generato da persone che lavorano duramente e prendono la loro attività più che seriamente.
Questa serie è un tentativo di rispondere a tutti gli stereotipi negativi sull’industria fashion e di celebrare l’impegno di chi, ogni giorno, contribuisce a mettere in piedi lo spettacolo più scintillante di sempre.

poster.original.1004x0

Nelle quattro puntate Alexa interroga giornalisti ed esperti del settore sull’importanza dei giovani nel settore moda, su quali ruoli possano ricoprire e, soprattutto, su come trasformare i loro sogni in realtà.
Non si parla solo di design, ma anche di PR, uffici stampa, buyers e retailers.
Un tè delle cinque con Sarah Mower, penna di US Vogue e rappresentante della sezione talenti emergenti del British Fashion Council, quattro chiacchere con il designer arruolato nel gruppo Kering Christophere Kane, un giro alla Central Saint Martins, la scuola sforna successi per eccellenza.

Alexa Chung's Future of Fashion

Lunchtime viewing: Alexa Chung talks fashion education in the second episode of her Vogue Video series – see a preview and watch the full film here http://vogue.uk/GMQqtv

Posted by British Vogue on Giovedì 24 settembre 2015

L’ultima puntata, oltre a riguardare il tema del trendforecasting, è una dedica speciale a un’istituzione nel mondo della moda british, Sir Paul Smith, uno stilista che riuscito a costruire un’idea di stile ben precisa e mai fuori dal tempo.

Episode Four of Alexa Chung – The Future of Fashion

What does a buyer do? How does trend forecasting work? How did Paul Smith become Paul Smith? Your questions answered in the fourth instalment of Alexa Chung's Vogue documentary series – click the link for the full film: http://vogue.uk/rfoe6b

Posted by British Vogue on Martedì 6 ottobre 2015

Tutte le puntate sono disponibili qui, sul canale Youtube di British Vogue.

Maddalena Ciesa

Mi occupo di comunicazione sul web, per passione e per lavoro.
Leggere e raccontare di moda sono il mio pane quotidiano, mettici anche una buona colonna sonora in un contesto di design dallo styling curato.
Per comunicati stampa o se hai un progetto interessante: maddalena.ciesa@gmail.com

Potrebbero Interessarti

Q-ART code di Moaconcept

Un inedito progetto NFT per supportare gli artisti emergenti

TIMBERLAND x EASTPAK

Sostenibilità, resistenza, autenticità

AW LAB collabora con Le Coq Sportif

Due modelli selezionati dall’archivio del brand francese

Ultimi Articoli

DESIGN

8 e Mezzo

L’azienda pugliese ridefinisce il lusso in maniera sostenibile

DESIGN

Le borse modulari Packbags

Possono essere facilmente assemblate o smontate seguendo lo stile del consumatore

CYCLING

Le biciclette Banwood

Design contemporaneo con un tocco di fascino retrò, influenzato dal design scandinavo

Top