Photo Recap – DESIGN PRIDE 2016 @ Milano Design Week

Una parata di quasi 3000 persone per festeggiare il design con Seletti e i brand Disaronno, Gufram, Pepsi, Radio Deejay, Tempo e Toiletpaper per la festa più democratica della Milano Design Week: un colorato corteo di carri, striscioni, trampolieri, musica, bandierine, balli, che è approdato nel distretto delle 5 vie per poi concludere la serata con un party in Piazza Affari.



 
Quasi 3000 persone hanno sfilato ieri, mercoledì 13 aprile, per festeggiare il design con Seletti e i brand Disaronno, Gufram, Pepsi, Radio Deejay, Tempo e Toiletpaper. La festa più democratica della Milano Design Week ha portato per le strade del centro di Milano un colorato corteo di carri, striscioni, trampolieri, musica, bandierine, balli, capitanato da Seletti, fino ad arrivare nel distretto delle 5 VIE e terminare con un grande party in piazza Affari organizzato da Disaronno.

Stefano Seletti, art director del design brand: “Abbiamo deciso di organizzare il DESIGN PRIDE perché il design è democrazia, libertà, gioia e volevamo festeggiarlo con una grande festa che potesse coinvolgere tutti, avvicinando i brand e i designer alle persone. La soddisfazione più grande è stata proprio vedere i passanti unirsi al corteo, i bambini sventolare le bandierine, le persone ballare. E nemmeno la pioggia ci ha fermati!”.

Seletti ha aperto il corteo celebrando il “dito medio” di Cattelan e presentando due carri dedicati ai suoi vendutissimi alfabeti (luminosi e non). Disaronno ha partecipato celebrando con il proprio carro la jar in edizione limitata di 5.000 pezzi, realizzata in collaborazione con il duo Studio Job. Gufram presentava un alternativo e pop mobility system che ha visto protagonisti i pezzi più iconici del marchio come l’appendiabiti Cactus, il divano Bocca e la seduta Pratone. Pepsi e Fabio Novembre hanno giocato con il tema degli Emojis. C’era poi la musica del coloratissimo carro di Radio Deejay, con la musica di Shorty, e le ragazze di Tempo sui trampoli, con visionarie gonne realizzate interamente con i fazzoletti dei brand.

Ve la siete persa? Gustatevi qui sotto tutte le foto di Meschina.

PhMeschina-5834 PEPSI CON FABIO NOVEMBRE

PhMeschina-6086

PhMeschina-6235

PhMeschina-6145 GUFRAM

PhMeschina-6259

PhMeschina-6171 GUFRAM

PhMeschina-6157

PhMeschina-5777 TOILETPAPER

PhMeschina-6188 TEMPO CON ALESSANDRO ZAMBELLI

PhMeschina-5970

PhMeschina-5932

PhMeschina-6270

PhMeschina-6038

PhMeschina-5956

PhMeschina-5782 SELETTI - MARCANTONIO RAIMONDI MALERBA

PhMeschina-5766 PEPSI CON FABIO NOVEMBRE

PhMeschina-6056

PhMeschina-5833 DISARONNO

PhMeschina-5787 SELETTI - MARCANTONIO RAIMONDI MALERBA

PhMeschina-6118 TEMPO CON ALESSANDRO ZAMBELLI

PhMeschina-5772 DISARONNO

PhMeschina-6093 RADIO DEEJAY

PhMeschina-5828 SELETTI LETTERS

PhMeschina-6392

PhMeschina-6246

Numerosi anche i designer che hanno sfilato, tra cui: Amebe, Antonio Aricò, BBMDS, Valentina Carretta, Cristina Celestino, CTRLZAK, Umberto Dattola, Fabrica, H!FIVE, Ilaria Innocenti, Emanuele Magini, Piano B, Marcantonio Raimondi Malerba, Elena Salmistraro, Studio Badini, Studio Nichetto, Giò Tirotto, Sebastiano Tosi, Alessandro Zambelli, Zaven.

One thought on “Photo Recap – DESIGN PRIDE 2016 @ Milano Design Week”

  1. De nada Hermano! You’re correct. This is very important stuff. I truly believe that our quality of life is directly related to our quality of movement. Want to live well into your golden years continue to move well. And eat well of course.

  2. settimana con elena, fidanzato cafone e amici cafoni del fidanzato cafone che ci abbandonavano sul sentiero da sole e li ritrovavamo in cima alla montagna che magari avevevano gia' cominciato a mangiare! ….sigh…..stronzi…..mai piu' visti (e tte credo senno' je piantavo un coltello fra le scapole!!!!)

Comments are closed.

Potrebbero Interessarti

8 e Mezzo

L’azienda pugliese ridefinisce il lusso in maniera sostenibile

Le borse modulari Packbags

Possono essere facilmente assemblate o smontate seguendo lo stile del consumatore

Le biciclette Banwood

Design contemporaneo con un tocco di fascino retrò, influenzato dal design scandinavo

Ultimi Articoli

FASHION

Bottega Burro Studio

Un nuovo pop-up a Milano

KIDS

Hejlenki, l’abbigliamento “neutral” e di qualità

Colori neutri, linee morbide, ed un occhio alla sostenibilità

ARTS

Q-ART code di Moaconcept

Un inedito progetto NFT per supportare gli artisti emergenti

Top