L’app Google è l’assistente che abbiamo sempre desiderato

Questo Salone del Mobile è stato un vero delirio. Tutti gli anni la mole di eventi aumenta a un livello tale che a metà settimana siamo cotti e ci siamo […]

Questo Salone del Mobile è stato un vero delirio. Tutti gli anni la mole di eventi aumenta a un livello tale che a metà settimana siamo cotti e ci siamo consumati i polpastrelli a furia di digitare, che sia un computer o lo smartphone il device non importa. Mappe, messaggi, informazioni: è in eventi come questi che avremmo proprio bisogno di qualcuno che ci desse una mano.

IMG_2513
E quest’anno l’avevamo: l’app Google porta l’esperienza globale del motore di ricerca più famoso del mondo nel palmo delle nostre mani, e lo fa attraverso un sistema di riconoscimento vocale fedele e preciso.

Così, durante la settimana, abbiamo potuto farle qualche richiesta, dopo aver pronunciato le paroline magiche “Ok Google” (magari funzionasse tutto così nella vita! NdR): mostrarci la strada per raggiungere un’installazione, mandare un messaggio per avvertire che eravamo in ritardissimo (ne abbiamo mandati parecchi), fissare la sveglia per il giorno dopo alle 7:30 nonostante il party della sera prima… La lista di comandi cresce costantemente e fa uso di tutte le diverse funzioni che abbiamo imparato a conoscere al computer: e con le schede di Google Now ovunque non dobbiamo nemmeno chiedere le informazioni. L’app Google fornisce anche meteo, notizie, musica, traduzioni, orari di voli, monitora i pacchi, fa operazioni matematiche e molto altro. E salva anche dalle brutte figure come il momento in cui, non sapendo che faccia avesse Tom Dixon, abbiamo chiesto al nostro fido compagno di mostrarcela (e la brutta figura l’abbiamo evitata).


IMG_2724
Troppe feste da ricordare!
IMG_2725

E troppe installazioni da vedere!

IMG_2726

Quando ne abbiamo scelta una, il problema è arrivarci.

IMG_2728

E alla fine vogliamo scoprire quali erano le più belle!

Val la pena scaricarla e provare ad entrare in questo mondo, perché poi nulla sarà più come prima.

Gianvito Fanelli

Pugliese, ho vissuto a Milano per dieci anni prima di tornare in Puglia. Sono un designer. Ho una newsletter, colazione.email, e un progetto su Instagram @vita________lenta

Apulian, I lived in Milan for ten years before returning to Puglia. I am a designer. I have a newsletter, breakfast.email, and a project on Instagram @vita________lenta.

Potrebbero Interessarti

Mon Lit Cabane: Il Magico Mondo dei Letti per Bambini

Creazioni Artigianali per un Mondo di Sogni e Avventure

Sebra: un brand danese per l’arredamento e i giocattoli dei più piccoli

Qualità e Sostenibilità per un Ambiente Sicuro e Accogliente

Piani a induzione con cappa integrata vs. Soluzioni separate

Quando si progetta o si rinnova una cucina, la scelta del piano cottura e della cappa aspirante è cruciale

Ultimi Articoli

KIDS

Done by Deer: Esplorando l’Innovazione dei Giochi Multisensoriali per Bambini

Un mondo di divertimento e sviluppo sensoriale tutto a colori

INTERIORS

Sebra: un brand danese per l’arredamento e i giocattoli dei più piccoli

Qualità e Sostenibilità per un Ambiente Sicuro e Accogliente

Top