La nuova borsa sportiva di Freitag F660 JIMMY

Tanto spazio e il classico approccio eco-friendly dell’azienda austriaca

Freitag aggiunge al suo range di borse e zaini la nuovissima F660 JIMMY, la prima borsa da palestra flessibile e dal volume regolabile, realizzata con teloni di camion in disuso e con inserti laterali in soffice stoffa ricavata da bottiglie in PET usate. Perfetta da portare a tracolla, a spalla o a mano, la F660 è davvero capiente (ben 25 litri), tanto da risultare ottima anche per un weekend fuori. Mentre è l’ideale per l’attività sportiva grazie al grande scomparto interno con chiusura a cerniera che divide i capi asciutti da quelli umidi. Conosciamo già la filosofia del brand austriaco quindi non vi sorprenderà sapere che la borsa è realizzata con teloni di camion usati e tessuto idrorepellente privo di PFC, ricavato da bottiglie PET usate riducendo al minimo l’utilizzo di acqua. Come non vi sorprenderà il video di accompagnamento, nel perfetto stile Freitag.

– Tracolla perfetta per il crossfit o altre attività fitness grazie alle cinghie regolabili
– Pratiche maniglie laterali
– Ampia tasca esterna con scomparto per lo smartphone e punto di aggancio per il lucchetto dell’armadietto
– Portabottiglie con elastico ferma bottiglie
– Prezzo 240 euro.

Maggiori informazioni sul sito di Freitag.

Potrebbero Interessarti

Ribags

Da Valencia nasce lo zaino senza fronzoli che punta sulla qualità

ATPCAL

Quando il design è responsabile

Moleskine The Backpack

Moleskine non è solo un taccuino, ma è quotidianità ed espressione creativa. La nuova Backpack collection ne celebra lo spirito, attraverso uno zaino semplice fatto per tutti i giorni.

Ultimi Articoli

FASHION

I teli da mare Tucca non temono il vento

Design e funzionalità per colorare le tue giornate in spiaggia

FASHION

Branta, la capsule collection di Canada Goose

5 capi capi che esplorano l’interazione tra luce, arte e funzionalità

MUSIC

Quadrilogia degli stati d’animo, il nuovo EP di Corteccia

Il nuovo EP del duo lombardo Corteccia arriva a quattro anni dal primo album e ne ridefinisce l’immaginario sonoro e visivo.

Top