MIT Meet In Town // Let’s stay together

Siamo già alla terza edizione e questa volta il MIT (Meet in Town) presenta un cartellone di artisti veramente ricco, interessante, da non perdere assolutamente.
Snob Production, Fondazione Musica per Roma e Telecom Italia, con il sostegno della Provincia di Roma hanno voluto creare un evento unico che inizierà venerdi 8 giugno e finirà sabato 9 giugno presso l’Auditorium di Roma, in tutti i suoi ambienti (sale, garage, cavea, spazi all’aperto, foyer, ambienti espositivi).

MIT Meet In Town // Let’s stay together

Siamo già alla terza edizione e questa edizione il MIT (Meet in Town) offre un cartellone di artisti veramente ricco, interessante, da non perdere assolutamente.
Snob Production, Fondazione Musica per Roma e Telecom Italia, con il sostegno della Provincia di Roma hanno voluto creare un evento unico che inizierà venerdi 8 giugno (con la collaborazione anche di Red Bull Music Accademy e Carhartt) e finirà sabato 9 giugno presso l’Auditorium di Roma, in tutti i suoi ambienti (sale, garage, cavea, spazi all’aperto, foyer, ambienti espositivi).
Il primo appuntamento vedrà trasformare il Garage Auditorium in un vero e proprio club a posti limitati grazie a tre artisti di fama internazionale: il rivoluzionario dj space disco Lindstrøm, il manipolatore synth wave Com Truise e il veronese Dj Nox (Red Bull Music Academy Fuoriclasse).

Sabato 9 giugno la line up si arricchirà di artisti innovativi e interessanti: Squarepusher, che sarà a MIT con un live straordinario per presentare il suo nuovo album “Ufabulum”, dj set della rivelazione del 2011 James Blake, per la prima volta a Roma. E ancora: Atlas Sound, progetto solista tra rock ed elettronica di Bradford Cox, chitarra e voce dei meravigliosi Deerhunter; il french touch in persona, Sébastien Tellier; due guru della scena di Detroit, Theo Parrish e Marcellus Pittman, insieme per un lungo back to back; gli eclettici Mouse On Mars ed e il poeta urbano Ghostpoet. E non finisce qui perchè ci sarà anche il giovanissimo Machinedrum; l’ensemble che mescola musica classica e techno, i tedeschi Brandt Brauer Frick; i nostri amati Breton, collettivo londinese che unisce ai synth immagini ipnotiche, il suono intenso del duo – recentemente uscito per Soul Jazz – RocketNumberNine, e la pop art imprevedibile dei romani Frank Sent Us. Infine, il Foyer Sinopoli sarà animato anche da tre dj set di artisti italiani – Herva, SpinOFF e Duwka – selezionati per MIT dalla trasmissione radiofonica Mixology.

Alla sublimazione auditiva si unisce anche quella visiva con il collettivo Santasangre che darà una veste teatrale grazie a tre artisti della scena nazionale ovvero Carlo Bernardini, Donato Piccolo e Daniele Puppi per dare una nuova luce a questi spazi.

Noi ci saremo, e voi?

Potrebbero Interessarti

AW LAB STYLE ACADEMY POWERED BY ADIDAS ORIGINALS

4 masterclass per mostrare il proprio stile e la propria creatività

#REDENTORE2019

Storia e Suggestioni per la festa più spettacolare dell’Estate: il Redentore di Venezia. Swatch in laguna rinnova il suo legame con la Biennale.

Fuck Normality 2019

Fuck Normality nasce in Salento e da qualche anno ormai ha il suo epicentro al Sudestudio di Guagnano, studio di registrazione immerso fra gli ulivi secolari.

Ultimi Articoli

DESIGN

Le proposte per Natale di Armando Poggi

La selezione dello storico negozio di Firenze

DESIGN

I giocattoli in legno di Min Min Copenhagen

Il design minimalista dei blocchi esalta la creatività dei più piccoli

FASHION

Lässig, casual e sostenibile

Stile e praticità nelle borse/zaini per le mamme

Top