roBOt Festival 07: elettronica e arti digitali a Bologna

Giunge alla settima edizione roBOt Festival, la kermesse di musica e arti digitali che invaderà Bologna dall’1 al 5 ottobre. Una manifestazione di qualità indiscussa e di sicuro richiamo che, […]

Giunge alla settima edizione roBOt Festival, la kermesse di musica e arti digitali che invaderà Bologna dall’1 al 5 ottobre.

robot07_sentireascoltare_650x432_B

Una manifestazione di qualità indiscussa e di sicuro richiamo che, insieme allo Spring Attitude di Roma e al Club2Club di Torino, si candida con orgoglio per un posto sul podio dei migliori eventi di musica elettronica in Italia. D’altronde, la gustosa preview del 20 settembre con James Holden al Teatro Comunale ha già spianato la strada verso il vero fulcro della rassegna.

Una fitta rete di concerti, dj-set, performance e affini prenderà vita nelle diverse location del roBOt: il Palazzo di Re Enzo, il MAMbo (Museo di Arte Moderna) e i padiglioni 25 e 26 della Fiera di Bologna. Saranno proprio gli spazi fieristici, nelle notti di venerdì e sabato, ad ospitare i main act del festival. Se il 3 ottobre a far la voce grossa sarà il sempiterno Ricardo Villalobos, preceduto – tra gli altri – da Craig Richards del Fabric di Londra e dal talento onnivoro di Mathew Jonson e seguito dal dj-set di Actress (sperando che non  bidoni come allo Spring Attitude), il programma del 4 ottobre è la vera perla della rassegna. Una sequenza di artisti imperdibili: dalle eccellenze made in Puglia Populous e Jolly Mare (noi di Polkadot ve li consigliamo fortemente) alla spettacolare cinquina in Main Room con Gold Panda, Moderat, Jon Hopkins, Factory Floor ed Apparat, per non tacere di Lone o Martyn sul Red Bull Academy Stage. Già nel pomeriggio, poi, tra le sale del Palazzo di Re Enzo, sarà possibile godere – tra gli altri – delle esibizioni di Go Dugong, Godblesscomputers e Rawmance, grazie ai quali si sta a ragione parlando di una nuova grande stagione per l’elettronica italiana. Ricchissimo, infine, il menù di installazioni, proiezioni e workshop che insaporirà queste giornate ottobrine bolognesi lungo il tema #lostmemories.

 

Chi diceva che la vita culturale a Bologna è morta e sepolta dovrà ricredersi. 

Jon Hopkins

Jon Hopkins

Apparat

Apparat

Populous

Populous

 

 

Livio Ghilardi

Nato a Noci (BA) nel 1991, dopo la maturità classica si trasferisce a Roma dove, tra un concerto e l’altro, studia Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata ed è borsista presso il Collegio Universitario "Lamaro Pozzani".
Scrive di musica per Zero, Nerds Attack, DLSO. Sulla web-radio Radio Bombay tiene il programma “La Voce del Marpione", per Cucina Mancina cura la rubrica "Rock Around The Fork". Musicalmente e gastronomicamente onnivoro, poliglotta per natura, classicista mancato, bassista a tempo perso, tifoso del Bari nonostante tutto.

One thought on “roBOt Festival 07: elettronica e arti digitali a Bologna”

Comments are closed.

Potrebbero Interessarti

Il mondo incantato dei vetri di Pierre Rosenberg

Un favoloso destino per una straordinaria collezione, tra Venezia e Parigi

Caleidoscopica, l’arte di Olimpia Zagnoli

Il libro accompagna l’omonima mostra personale dell’artista, curata da Melania Gazzotti, presso i Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia

Be a rainbow maker for someone else

Meno di una settimana di tempo e la propria sede a disposizione. Questi i termini della call dedicata ai makers, lanciata da GAS sui social per supportare i talenti.

Ultimi Articoli

BAGS

Osprey presenta Talon Ghost, l’apice dell’outdoor moderno.

Perfetto per l’hiking leggero come per le escursioni più difficili, per la bici e per la città

DESIGN

Il design senza tempo di Childhome

Accessori e complementi per ambienti felici

DESIGN

I giochi di FRANCK & FISCHER

Realizzati in materiali naturali e sicuri, studiati per la sicurezza ed il divertimento di ogni bambino.

Top