Memorie Urbane: arte a cielo aperto

Otto città protagoniste dove l’arte urbana si intreccia, in una rete di artisti e colori, e fa da collante a nuovo percorso espositivo. Dal 20 maggio al 5 giugno 2016, […]

Sea Creative, Formia ©Flavia Fiengo

Otto città protagoniste dove l’arte urbana si intreccia, in una rete di artisti e colori, e fa da collante a nuovo percorso espositivo. Dal 20 maggio al 5 giugno 2016, Cassino, Fondi, Formia, Gaeta, San Cosma e Damiano, Terracina, Valmontone e Ventotene ospiteranno Memorie Urbane – Urban Festival: un fittissimo programma di eventi che ha portato alla realizzazione di circa 150 opere diffuse su tutto il territorio.

Interventi urbani e murari che portano la firma di Alias, David Oliveira, Frederico Draw, Lonac, Louis Masai e tanti altri artisti internazionali. Loro interagiscono con il territorio, e il territorio si trasforma sotto i nostri occhi, all’insegna della riqualificazione urbano – artistica, accompagnata da musica, concerti, salti in rampa sullo skate park, bike, walk e bus tour.

Nuova linfa creativa alle città: si inizia questo venerdì, con un concerto alla Biblioteca Comunale di Terracina, visita alle installazioni di David Oliveira al Palazzo della Cultura di Gaeta e con un live painting per mano dell’inglese Louis Masai a Fondi.

Dopo di che, c’è solo l’imbarazzo della scelta tra tutti gli eventi a seguire. Date un’occhiata qui.

05 Lonac, Cassino - Memorie Urbane 2016 ©FlaviaFiengo

06 Frederico Draw, Gaeta - Memorie Urbane 2016 ©Arianna Barone

03 Eime, Formia - Memorie Urbane 2016 ©FlaviaFiengo

01 Add Fuel, Formia - Memorie Urbane 2016 ©FlaviaFiengo

Alias 2015 in Berlin. Foto: Wolfram Steinberg/dpa/www.picture-alliance.com ** VERWENDUNG NUR F‹R DEN K‹NSTLER ODER NACH KLƒRUNG DER RECHTE ‹BER "WWW.PICTURE-ALLIANCE.COM"

06 Isaac Cordal, Gaeta - Memorie Urbane 2016 ©Isaac Cordal

Potrebbero Interessarti

AW LAB STYLE ACADEMY POWERED BY ADIDAS ORIGINALS

4 masterclass per mostrare il proprio stile e la propria creatività

#REDENTORE2019

Storia e Suggestioni per la festa più spettacolare dell’Estate: il Redentore di Venezia. Swatch in laguna rinnova il suo legame con la Biennale.

Fuck Normality 2019

Fuck Normality nasce in Salento e da qualche anno ormai ha il suo epicentro al Sudestudio di Guagnano, studio di registrazione immerso fra gli ulivi secolari.

Ultimi Articoli

FASHION

Lässig, casual e sostenibile

Stile e praticità nelle borse/zaini per le mamme

FASHION

Il Christmas pack di AW LAB

…e arriva anche la Canzone di Natale interpretata da Jasley

FASHION

Bottega Burro Studio

Un nuovo pop-up a Milano

Top