FUCK NORMALITY: torna il festival dell’anticonvenzionalità

Torna il festival dell’anticonvenzionalità, con Slow Magic e i migliori artisti italiani dell’elettronica.

Si appresta a tornare, per la quinta volta consecutiva, Fuck Normality, il festival che celebra l’anticonvenzionalità attraverso la musica e le arti visive.

Artwork: Serena Schinaia

Artwork: Serena Schinaia

La data è il 13 agosto. Il luogo è sempre quello, il Sudestudio di Guagnano, profondo sud, a pochi chilometri da Lecce: un luogo dove la musica si fa tutti i giorni e che, ogni tanto, apre al pubblico per mostrarne le ultime avanguardie. Come sempre, la ricerca musicale portata avanti da Fuck Normality è un back and forth fra Italia ed estero: headliner sarà Slow Magic, artista americano noto per i suoi live percussivi e trasognanti, celato dietro ad una maschera che lo ha reso un mito nell’immaginario internazionale dell’elettronica, tanto da permettergli di seguire Bonobo, Gold Panda e XXYYXX in tour.

Condivideranno il palco, con lui, alcuni fra i migliori artisti italiani: Yakamoto Kotzuga, fresco nel roster Sugarmusic, uno dei beatmaker più talentuosi in circolazione (ricordiamo le sue collaborazioni con Ghemon e Mecna), autore di melodie che richiamano la solitudine e la dispersione dei luoghi da dove proviene e che, inaspettatamente, esplodono anche grazie all’uso della chitarra.

Matilde Davoli, ingegnere del suono, songwriter e sperimentatrice elettronica, passata di recente da Primavera Sound e Spring Attitude.

Machweo, anche lui salentino come la Davoli, che presenterà il live del suo ultimo disco “Musica da Festa“, un viaggio dentro alla musica che Giorgio (Spedicato) forse avrà sentito, o forse no, quando era piccolino. Una sorta di “sindrome dell’epoca dell’oro” impreziosita da uno studio del suono, in particolare degli anni ’90, serio e ben evidente nel disco.

Catalano, cosmico e nostalgico dell’italo-disco, uno dei talenti su cui Fuck Normality punta in maniera decisa.

E poi tre dj set: Æmris, classe ’96, proveniente da quella Puglia innamorata dei suoni provenienti in particolare dall’Inghilterra; il Fuck Normality Soundsystem, composto da Okee Ru e Populous, due eroi della scena local che promettono divertimento e qualità.

Edizione 2015

Edizione 2015

Per maggiori info, tenete d’occhio la pagina Facebook del festival.

Gianvito Fanelli

Pugliese, ho vissuto a Milano per dieci anni prima di tornare in Puglia. Sono un designer. Ho una newsletter, colazione.email, e un progetto su Instagram @vita________lenta

Apulian, I lived in Milan for ten years before returning to Puglia. I am a designer. I have a newsletter, breakfast.email, and a project on Instagram @vita________lenta.

Potrebbero Interessarti

AW LAB STYLE ACADEMY POWERED BY ADIDAS ORIGINALS

4 masterclass per mostrare il proprio stile e la propria creatività

#REDENTORE2019

Storia e Suggestioni per la festa più spettacolare dell’Estate: il Redentore di Venezia. Swatch in laguna rinnova il suo legame con la Biennale.

Fuck Normality 2019

Fuck Normality nasce in Salento e da qualche anno ormai ha il suo epicentro al Sudestudio di Guagnano, studio di registrazione immerso fra gli ulivi secolari.

Ultimi Articoli

ARCHITECTURE

Lo studio di design thailandese Mepitree svela il suo nuovo progetto

La residenza accentua il contrasto tra gli elementi maschili e femminili

DESIGN

I giocattoli intelligenti di Djeco

L’azienda francese punta su creatività, audacia e passione

Top