A Berlino per Blue INVASION by Comme des Garçons

IMG_0137

La scorsa settimana siamo stati invitati a Berlino da Comme des Garçons e Puig all’evento lancio di Blue INVASION, la nuova fragranza (in realtà ben tre!) del brand giapponese. Il rapporto inscindibile tra quest’ultimo e l’arte è ormai noto – basta dare un’occhiata al suo sito – ed è proprio ciò che ci aspettavamo di trovare nel suo Black Store situato nel cuore del Mitte.

IMG_0160

Qui, abbiamo preso parte ad un’esperienza. L’intero spazio è stato scandito in tre diversi micro ambienti dove Encens, Cedrat e Santal accompagnavano e distinguevano il percorso multisensoriale realizzato per l’occasione. Partendo dalle fresche tonalità del Blue, Comme des Garçons ha pensato al contrasto tra caldo e freddo e ha chiesto all’artista/designer Thomas Pausz di valorizzarne la sensazione visiva e olfattiva.

IMG_0135

La ricerca e la sperimentazione sulla materia naturale è stata mostrata nella sua cruda essenza. Cristalli, alterazioni ossidanti e manipolazioni materiche sono stati il set scultoreo per il Blue INVASION, un mix tra incenso, legno di cedro e legno di sandalo sapientemente combinato per esaltare la freschezza dei tre profumi.

Così, abbiamo respirato la fusione tra artemisia fresca macinata, spezie fredde, incenso mistico e cristalli di ambra per BLUE ENCENS;

Blue encens_bottle & packaging

cedro, chinina amara, rosa metallica e cedro di Virginia per BLUE CEDRAT;

Blue cedrat_bottle & packaging

pino marittimo, essenza di bacche di ginepro, pepe blu e sandalo australiano per BLUE SANTAL.

Blue santal_bottle & packaging

Il gioco di contrasti caratterizza anche il package con la sua grafica raffinata e uno stupor nascosto al suo interno (e che non sveleremo qui!).

Blue INVASION sarà disponibile in Italia a partire dal 30 luglio 2013, ma per chi ha voglia di farne esperienza in anteprima, basta partecipare al contest lanciato da Polkadot sulla sua pagina Facebook. Buona fortuna!



Federica Sfregola

Da piccola sognava di diventare un'archeologa, ma molto presto ha capito che il "vecchio" non faceva per lei. L'arte, invece, le è rimasta tra le vene. Appassionata di creatività, trascorre troppo tempo a navigare nel web cercando novità (artistiche, musicali, cinematografiche, modaiole) ascoltando SOLO musica indipendente. Le piace il decollo degli aerei, la luce che filtra tra i rami degli alberi e gli Arcade Fire. Non le piace chi la chiama "cara", il disordine e la parola "ormai".