Mario Sughi

Take a look to the uncommon irriverence of Mario Sughi ,an Italian illustrator, cartoonist and historian, living and working in Dublin. He is a member of  the IGI (Illustrators Guild […]

Mario Sughi

229825_650_width_6ce1ae

Take a look to the uncommon irriverence of Mario Sughi ,an Italian illustrator, cartoonist and historian, living and working in Dublin. He is a member of  the IGI (Illustrators Guild of Ireland) and AI (Associazione Illustratori Italiani) and the author of nerosunero.  In Rome, at the end of the seventies, he worked as humorist in Italian satirical magazines Il Male and  Zut, .  He moved to Dublin in the late eighties where he studied Medieval History and in 1995 he was awarded a PhD by Trinity College Dublin.  His colourful illustrations and cartoons, satirical in humour and minimalist in style have been published in international exhibition catalogues ( Offf Barcelona 2007, Semi permanent, Sidney 2008, Ink 01 International Illustration Rally, Bilbao 2008); magazines (3×3 Mag / New York, Shift Calendar 2010 / Tokyo, The Dubliner/Dublin, Clam Magazine / Paris – New York, Ideafixa/Brazil, Fluro Magazine / New Zeland), websites ( Juxtapoz, Paintalicious, Yay! Monday! Evilmonito, Design Milk) and art galleries (Sexy Art Gallery, London, The Shiny Squirrel Gallery, NY; Little Paper Airplanes, Los Angeles; Umber Studios, Minneapolis; 180 Gallery Cambridge, Ontario; Wannabee and DOZ Gallery, Milan; Irish Art House, Tullamore and The Loft, Dublin, Ireland, Turn-Berlin, Germany)     LÜrzer’s Archive included Mario Sughi in their compilation “200 best illustrators worldwide 2009”.

Mario Sughi e’ un illustratore italiano che lavora e vive a Dublino. A Roma sul finire degli anni Settanta ha collaborato con il MALE e ZUT, riviste di satira. Trasferitosi a Dublino sul finire degli anni Ottanta nel 1995 completa un Dottorato di Ricerca presso il dipartimento di Storia Medievale del Trinity College.  I suoi lavori tendenzialmente minimalisti, ricchi di colori e ironia sono stati presentati in diverse gallerie tra cui (Sexy Art Gallery, London, The Shiny Squirrel Gallery, NY; Little Paper Airplanes, Los Angeles; Umber Studios, Minneapolis; 180 Gallery Cambridge, Ontario; Wannabee and DOZ Gallery, Milan; Irish Art House, Tullamore and The Loft, Dublin, Ireland, Turn-Berlin, Germany), cataloghi  ( Offf Barcelona 2007, Semi permanent, Sidney 2008, Ink 01 International Illustration Rally, Bilbao 2008); magazines (3×3 Mag / New York, Shift Calendar 2010 / Tokyo, The Dubliner/Dublin, Clam Magazine / Paris – New York, Ideafixa/Brazil, Fluro Magazine / New Zeland), e websites di tutto il mondo ( Juxtapoz, Paintalicious, Yay! Monday! Evilmonito, Design Milk).     LÜrzer’s Archive ha incluso Mario Sughi nel proprio catalogo “200 migliori illustratori mondiali, 2009”.   Mario e’ un membro dell’ AI (Associazione Illustratori Italiani) e dell’ IGI (Illustrators Guild of Ireland). Maggiori informazioni su www.nerosunero.org

Angelo Superti

Editor in chief e fondatore di Polkadot. Ingegnere, curioso e appassionato, da sempre spettatore dell'eterno duello tra razionalità e creatività, tra idee e limiti di tempo. La Puglia è la sua casa.

Potrebbero Interessarti

“Acqua e Oro”, l’arte intima e visionaria di Sergio Fiorentino

Il libro celebra l’arte dell’artista siciliano che riesce a tradurre il fascino della sua Noto in dipinti e opere d’arte di grande impatto

Book Club: Consigli di lettura #2

6 libri da mettere sotto l’albero per i più piccoli

Book Club: Consigli di lettura #1

4 libri illustrati per catturare l’immaginazione dei più piccoli (ma non solo) e farli riflettere su emozioni e insegnamenti

Ultimi Articoli

DESIGN

I palloni da basket artistici di Comrade Berlin

Quando lo spirito del gioco si mixa con l’eleganza dell’espressione artistica

DESIGN

La Fabbrica delle Storie

L’innovativo raccontastorie senza schermi che stimola la creatività e l’immaginazione dei bambini

ARCHITECTURE

Carta da parati degli anni 70: dal vintage alla modernità

Scopri la magia del brand Carta da parati degli anni 70, nato per caso ma diventato un’icona di stile retrò rivisitato.

Top