ON SPACE TIME FOAM

Se soffrite di vertigini o di attacchi di panico quest’opera non fa per voi! On Space Time Foam è un’installazione molto particolare, inusuale e suggestiva. Tomás Saraceno, ideatore dell’installazione, si […]

Se soffrite di vertigini o di attacchi di panico quest’opera non fa per voi!
On Space Time Foam è un’installazione molto particolare, inusuale e suggestiva.
Tomás Saraceno, ideatore dell’installazione, si è ispirato dalla conformazione cubica dello spazio espositivo dell’HangarBicocca.
La struttura dell’opera è composta da una membrana trasparente, ripiegata su tre livelli e fissata al soffitto a 25 metri da terra. L’installazione è praticabile dal pubblico e offre un’esperienza corporea radicale: i visitatori si potranno immergere e muovere, fluttuando nel vuoto in queste membrane che sono come nuvole sottili. E’ qualcosa di spettacolare, di estremamente coinvolgente per chi la vive.

” Abbiamo lavorato con una grande squadra di ingegneri e tecnici: è la prima volta che metto in gioco non una, ma tre membrane sovrapposte.
E’ una riflessione sullo spazio e sulla relazione. In qualche modo è un’architettura che non esiste, che appare soltanto quando qualcuno ci entra e con il suo peso “buca” lo spazio. A seconda del peso, della pressione e del calore, i volumi cambiano e la membrana assume diverse forme e consistenze.
I miei spazi sono tali per cui ogni persona, anche con piccoli movimenti, va a condizionare in modo fortissimo le possibilità di tutti gli altri di spostarsi e vivere l’ambiente. Siamo tutti legati: è questo che mi interessa.”




On Space Time Foam sarà in mostra all’HangarBicocca a Milano, in via Chiese 2, fino al 3 febbraio 2013.

Giulia Soldati

I'm diving into the design world, trying to find my place. I'm from Milan but currently based in Eindhoven. Always looking for new input and world to discover.

Potrebbero Interessarti

Q-ART code di Moaconcept

Un inedito progetto NFT per supportare gli artisti emergenti

Il mondo incantato dei vetri di Pierre Rosenberg

Un favoloso destino per una straordinaria collezione, tra Venezia e Parigi

Caleidoscopica, l’arte di Olimpia Zagnoli

Il libro accompagna l’omonima mostra personale dell’artista, curata da Melania Gazzotti, presso i Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia

Ultimi Articoli

FASHION

Lässig, casual e sostenibile

Stile e praticità nelle borse/zaini per le mamme

FASHION

Il Christmas pack di AW LAB

…e arriva anche la Canzone di Natale interpretata da Jasley

FASHION

Bottega Burro Studio

Un nuovo pop-up a Milano

Top