BITUME PHOTOFEST 2015

È sempre bello tornavi a parlare della seconda edizione di un festival. In effetti, molti non sopravvivono più di 12 mesi, ma questo non è il caso di BITUME PHOTOFEST, […]

È sempre bello tornavi a parlare della seconda edizione di un festival. In effetti, molti non sopravvivono più di 12 mesi, ma questo non è il caso di BITUME PHOTOFEST, il primo festival urbano di fotografia contemporanea del Sud Italia. L’edizione 2015, organizzata da POSITIVO DIRETTO, si svolgerà a Gallipoli dal 19 al 27 settembre, un’occasione per riabilitare una terra forse troppo martoriata dal turismo di massa. Se volete saperne di più sulle origini, potete rileggere la nostra intervista, di un anno fa, agli organizzatori.

bitume

Il tema di quest’anno si riassume nel titolo “Rural Layers”, per sottolineare e suggerire una riflessione intorno alla mutazione del paesaggio contemporaneo e dei suoi aspetti identitari.
Il festival si comporrà, come l’anno scorso e come suggerisce la definizione di “festival urbano”, di una sezione all’aperto, composta da stampe di grandi dimensioni dislocate nel centro storico di Gallipoli, i cui autori sono autori internazionali selezionati e gli artisti che hanno preso parte alla Bitume Photofest Serre Salentine, la residenza artistica che si è svolta alla fine di Agosto.
Ci sarà spazio anche per approfondimenti al chiuso, all’interno di alcuni contenitori culturali all’interno del centro, che daranno spazio ai progetti di 10 artisti internazionali selezionati tramite call (con più di 150 candidature).

Dalla serie The New Yorker di Robert Herman, ospite del festival e docente di un workshop
Gallipoli_1
Gallipoli_2
Jan Stradtmann al lavoro durante la residenza Bitume Photofest Serre Salentine
Una foto di Gianpaolo Arena dal progetto My Vietnam
Uno scatto di Iacopo Pasqui immortala Gianpaolo Arena all'opera

Secondo i creatori di Bitume, il format del festival è ideale per diffondere la cultura fotografica, sfruttando lo spazio “naturale” e a cielo aperto della città per sovvertire la logica espositiva classica. Proprio per questo l’inaugurazione sarà declinata attraverso una passeggiata inaugurale fissata il 19 settembre.
Non mancheranno anche appuntamenti laboratoriali, come il workshop di Robert Herman, fotografo americano, dal 19 al 21 settembre; una sezione speciale dedicata all’editoria, Bitume Photobook, aperta dal 23 al 25 settembre; una serata, quella del 26 settembre, dedicata a fotografia e cibo secondo il format Slideluck (Slideshow + Potluck), un momento di incontro fra fotografi, curatori, collezionisti ed editori, concepito per svolgersi in un’atmosfera rilassata (fra musica live e cibo), nel quale verranno mostrati i progetti selezionati e alcuni appartenenti all’archivio internazionale Slideluck proiettati in slideshow.

Il programma completo e la mappa delle esposizioni sono disponibili sul sito di Bitume.


Bitume Photofest
19-27 settembre 2015
Gallipoli (LE)

Gianvito Fanelli

Pugliese, ho vissuto a Milano per dieci anni prima di tornare in Puglia. Sono un designer. Ho una newsletter, colazione.email, e un progetto su Instagram @vita________lenta

Apulian, I lived in Milan for ten years before returning to Puglia. I am a designer. I have a newsletter, breakfast.email, and a project on Instagram @vita________lenta.

Potrebbero Interessarti

Swatch omaggia l’arte con una collaborazione con il Centre Pompidou

Sei capolavori rielaborati sotto forma di splendidi orologi

New York by New York

Il libro della casa editrice Assouline è un tributo alla cultura newyorkese, attraverso gli occhi esperti e le immagini iconiche dei principali fotografi degli ultimi anni

Q-ART code di Moaconcept

Un inedito progetto NFT per supportare gli artisti emergenti

Ultimi Articoli

TECH

Nuovi colori per i Beats Studio Buds

Gli auricolari true wireless perfetti per la bella stagione

FASHION

Views of Mount Kilimanjaro, la nuova collezione di Mini Rodini

L’ispirazione per la primavera/estate è il maestoso monte Kilimanjaro, gli animali che vivono con la montagna come sfondo, e la flora sorprendente che lo circonda.

FASHION

Le sneakers sostenibili Victoria

Tessuti ecologici e una palette di colori pastello per la primavera/estate

Top