IF! Italians Festival al via il 5 novembre

Dopo il successo della prima edizione, si rinnova l’appuntamento con IF! Italians Festival, la kermesse dedicata alla creatività promossa da ADCI e Assocom. L’appuntamento è fissato dal 5 al 7 […]

Dopo il successo della prima edizione, si rinnova l’appuntamento con IF! Italians Festival, la kermesse dedicata alla creatività promossa da ADCI e Assocom. L’appuntamento è fissato dal 5 al 7 novembre al Teatro Franco Parenti di Milano, meravigliosa location che ospiterà conferenze, workshop e momenti di intrattenimento.

Master IF 2015

Un’edizione che si preannuncia di grande profilo, grazie alla partecipazione di 100 ospiti italiani e internazionali e di 30 fra aziende e scuole di formazione.
I nomi più attesi in assoluto sono sicuramente quelli di Paola Antonelli – designer, architetto, ma soprattutto curatrice del Dipartimento di Architettura e Design e direttrice di Ricerca e Sviluppo al MoMA di New York – protagonista del talk “Lo strano rapporto tra design e violenza” (sabato 7 alle 17:45); Marco Balich – direttore artistico del Padiglione Italia, ideatore dell’Albero della Vita e autore di alcune fra le più memorabili cerimonie delle Olimpiadi – ospite giovedì (alle 12:15) col talk ispirazionale “La potenza degli ostacoli. I no che nutrono le idee”; il celebre fotografo pubblicitario Oliviero Toscani, che sabato alle 17 risponderà a “10 domande scomode sul mondo della creatività”.

La lista degli ospiti è nutritissima e ci sentiamo di segnalarvi anche la presenza di Giovanni Perosino, responsabile della comunicazione di Audi, del regista Shekhar Kapur (autore del film Elisabeth) e degli autori di Rockin’ 1000, il folle video che (proprio ieri) ha reso possibile il concerto dei Foo Fighters a Cesena.

Anche quest’anno la sera sarà animata da format inediti, come la Director’s Battle, una sfida di gradimento fra registi di spot a colpi di applausometro, e dai consueti momenti musicali, curati da elita e affidati a due progetti italiani: Cmon’ Tigre (intervistati da noi), col loro “C’mon Tigre racconta Gianluigi Toccafondo”, fra musica e i corti di Toccafondo; Tiger&Woods, il misterioso duo (non più misterioso), che ha saputo proiettare il proprio sound disco/funky in tutto il globo.

Durante questa edizione, inoltre, verranno assegnati gli ADCI Awards, il premio più ambito dai pubblicitari italiani.
Tanto spazio anche a momenti più laboratoriali, grazie ai workshop (con iscrizione a pagamento) curati dalla Scuola Holden di Torino, dal festival OFFF Barcelona, dalla pluripremiata casa di produzione Filmmaster Productions, dalla conversation agency We Are Social e dalla Berlin School of Creative Leadership.

Il programma è molto denso; il nostro consiglio è di non perdervi nulla di questa seconda edizione, dando un’occhiata al programma disponibile sul sito. Per acquistare pass e workshop, invece, visitate lo shop.

Gianvito Fanelli

Pugliese, vivo a Milano. Sono un designer e mi occupo principalmente di comunicazione ed eventi. Mi piace la musica.

I come from Puglia, but I live in Milan. I'm a designer and I mainly work in the communication and events fields. I like music.

Potrebbero Interessarti

Adidas NOW IS HER TIME

La campagna di Pharrell Williams per adidas Originals NOW IS HER TIME nasce per dare spazio alle voci più forti e attive nella causa dell’empowerment femminile.

NIKE AIR MAX 270 REACT: L’ESCLUSIVA COLLABORAZIONE CON TOILETPAPER

Un’esclusiva attivazione nella città di Milano per le nuove e coloratissime sneakers Nike

ABSOLUT Creative Competition

Se hai sempre sognato di vedere una tua creazione su un billboard di Piccadilly Circus o Time Square, questo è il contest giusto per te.

Ultimi Articoli

FASHION

I teli da mare Tucca non temono il vento

Design e funzionalità per colorare le tue giornate in spiaggia

FASHION

Branta, la capsule collection di Canada Goose

5 capi capi che esplorano l’interazione tra luce, arte e funzionalità

MUSIC

Quadrilogia degli stati d’animo, il nuovo EP di Corteccia

Il nuovo EP del duo lombardo Corteccia arriva a quattro anni dal primo album e ne ridefinisce l’immaginario sonoro e visivo.

Top