The Brandery Barcelona

Giunta alla sua quarta edizione, The brandery, la fiera di moda nata a Barcellona per colmare il vuoto lasciato dalla Bread&Butter, ritornata definitivamente in patria, a Berlino, si è conlusa […]

Giunta alla sua quarta edizione, The brandery, la fiera di moda nata a Barcellona per colmare il vuoto lasciato dalla Bread&Butter, ritornata definitivamente in patria, a Berlino, si è conlusa ieri.

Chances for changes, il claim di quest’anno: esposizioni, sfilate, conferenze, workshop, incontri, concorsi e tantissime altre attività attorno a quest’interessante evento. 147 sono i brand che hanno partecipato a quest’edizione invernale, tra i quali North Sail, Little Marcel, American Vintage, Custo Barcelona, Agatha Ruiz de la Prada, Phard, Cottonfield, Lyle & Scott, Tortuga e molti altri ancora.

Polkadot ha assistito alla giornata inaugurale e ad alcune interessanti conferenze: dopo un incontro sul Social Media Marketing, una dettagliata presentazione dei nuovi trend e delle nuove tendenze per questa stagione, illustrati dalle responsabili spagnole di WGSN, leader mondiale per quanto riguarda l’analisi dei trend di moda in tutto il pianeta.

L’azienda conta con più di 250 tra cool hunter, giornalisti, specialisti ed esperti sparsi in tutto il mondo che studiano movimenti, riviste, blog, eventi, passerelle e tutto ciò che si muove nel pianeta fashion, alla ricerca delle ultime tendenze e degli stili che domineranno nelle prossime stagioni:  dal rosso alle tonalità grigie, dal look alpino alle giacche aviator con dettagli in pelo, dall’estetica patchwork ed irregolare al blanket dressing, Isabel Mesa, ci ha illustrato in maniera dettagliata cosa trionferà in questa e nella prossima stagione.

A seguire si è anche parlato di Social Shopping grazie all’incontro con la direttrice generale di Privalia Spagna e il Social Media Manager, lo stratega delle campagne, del club privato online. Curiosando tra gli stand invece, i più interessanti, quello di Bel Air, firma parisienne, con i suoi abiti, tuniche e camicie dai toni pastello, in cashmere, lana, seta, cotone e crepe, o quello dei pullover vintage di Lyle & Scott.

Tantissimi anche gli accessori, dalle coloratissime cuffie “Colour you world by Urbanz” alle scarpe Faguo, che in cinese significa Francia, “country of laws and manners”:  il brand, creato da due studenti francesi di economia nel 2009, produce sneakers e utilizza come unico canale di comunicazione Facebook. Faguo strizza l’occhio all’ecologia con il supporto a varie associazioni ambientaliste e la promessa che, “per ogni paio di scarpe vendute viene piantato un albero”.

Appuntamento a giugno, con la Summer Edition!

Potrebbero Interessarti

MusicaXAdulti

MusixaXAdulti è un esperimento di post-clubbing curato dalla crew milanese Inciso. Una volta ogni due mesi, fino ad Aprile, il Tunnel Club ospiterà una vera e propria esperienza che trascende […]

Torna Fuck Normality Festival

Il bellissimo Sudestudio di Guagnano, una location immersa fra gli ulivi della campagna salentina, si prepara ad ospitare la sesta edizione di Fuck Normality Festival, l’evento dedicato alla musica e […]

NeXTones: il festival in una cava storica del Piemonte

NeXTones è sicuramente uno degli eventi più affascinanti del panorama musicale italiano, e il merito non è solo di una location meravigliosa e suggestiva, ma anche di una direzione artistica […]

Ultimi Articoli

DESIGN

Drinkinfinity, la bottiglietta d’acqua del futuro targata Pepsi

Il colosso statunitense risponde alla crisi delle bevande gassate con un superfood dedicato ai salutisti. Riuscirà a fare breccia nel nostro cuore?

ARTS

Birra Raffo e street artist: etichetta limited per la riqualificazione di Taranto

Birra Raffo si rifà il look con le nuove etichette limited edition disegnate dagli street artists Mr. Blob e Stencil Noire

ADVERTISING

DIESEL lancia il legal fake DEISEL

Mentre impazza la moda intorno ai loghi, DIESEL lancia una campagna audace destinata a far parlare di sé. Anzi, non una campagna, ma un vero e proprio brand: DEISEL.

Top