Milk Gone Bad by AnAtomic Factory

Milk gone Bad nasce dall’incontro di due differenti realtà: Anatomicfactory presta l’oggetto, Bombo le sue illustrazioni. Milk gone Bad è una collezione di lampade realizzate in carta e illustrate in […]

MilkGoneBad_page.jpg

Milk gone Bad nasce dall’incontro di due differenti realtà: Anatomicfactory presta l’oggetto, Bombo le sue illustrazioni.
Milk gone Bad è una collezione di lampade realizzate in carta e illustrate in 8 soggetti differenti.
Il concept, come si deduce dal nome, è quello del latte in scatola, in questo caso “scaduto”: la lampada all’esterno ha l’aspetto del classico packaging del latte, all’interno è posta la lampadina (necessariamente una lampada “fredda” a risparmio energetico); quando si accende, la luce lascia trasparire attraverso la carta l’illustrazione stampata sulla superficie interna.

Milk gone Bad è un prodotto a metà strada tra i “toys” e l’oggetto d’arredamento; lo spunto di riflessione è l’ambiguità delle merci che spesso nascondono una seconda natura; la particolarità sta nel gioco tra forma (un “vero” packaging del latte) e reale contenuto, che appare soltanto quando si accende la luce: un sorprendente mondo immaginario abitato da muffe, spore e tutto ciò che può vivere nel latte andato a male.

Le lampade vengono vendute in un kit da assemblare in modo molto semplice composto dalla parte in carta e dalla base alla quale è fissato il portalampada e il filo. Le dimensioni, una volta montata, sono di circa 20,5 x7,5×7,5 cm. Disponibili su Milk gone Bad nasce dall’incontro di due differenti realtà: Anatomicfactory presta l’oggetto, Bombo le sue illustrazioni.
Milk gone Bad è una collezione di lampade realizzate in carta e illustrate in 8 soggetti differenti.
Il concept, come si deduce dal nome, è quello del latte in scatola, in questo caso “scaduto”: la lampada all’esterno ha l’aspetto del classico packaging del latte, all’interno è posta la lampadina (necessariamente una lampada “fredda” a risparmio energetico); quando si accende, la luce lascia trasparire attraverso la carta l’illustrazione stampata sulla superficie interna.

Milk gone Bad è un prodotto a metà strada tra i “toys” e l’oggetto d’arredamento; lo spunto di riflessione è l’ambiguità delle merci che spesso nascondono una seconda natura; la particolarità sta nel gioco tra forma (un “vero” packaging del latte) e reale contenuto, che appare soltanto quando si accende la luce: un sorprendente mondo immaginario abitato da muffe, spore e tutto ciò che può vivere nel latte andato a male.

Le lampade vengono vendute in un kit da assemblare in modo molto semplice composto dalla parte in carta e dalla base alla quale è fissato il portalampada e il filo. Le dimensioni, una volta montata, sono di circa 20,5 x7,5×7,5 cm. Disponibili su AnAtomic Factory.

Angelo Superti

Editor in chief e fondatore di Polkadot. Curioso e appassionato, da sempre spett-attore dell'eterno duello tra razionalità e creatività, tra idee e limiti di tempo. Non inizia la giornata senza un cappuccino, non la termina senza un'occhiata ai suoi feed rss.

Potrebbero Interessarti

La Beetle collection di Gubi

La collezione del brand danese, in produzione dal 2013, in breve tempo è diventata un must tra gli architetti d’interni e gli amanti del design.

La collezione 2017 di Dedar

Non manca neanche per la collezione 2017 l’esplorazione di Dedar negli ambiti di espressione grafica e arte tessile, e dei loro punti d’unione e forza espressiva nelle realizzazioni su telai […]

Innovations for customer service at next edition of MAPIC Cannes

Technology innovation is now an integral part of the evolution of retail real estate. It is helping enhance customer service and boost the attraction of shopping venues. It will be […]

Ultimi Articoli

DESIGN

FRAMOUR eyewear

FRAMOUR eyewear è il brand di occhiali da sole e da vista nato da un’esigenza: trovare degli occhiali da sole eleganti che non costino un occhio della testa. L’esigenza è quella di Filippo e Riccardo, fratelli, che proprio col nome Framour vogliono comunicare il loro amore per gli occhiali da sole: frame + amour (per quel tocco d’eleganza francese).

BARCELONA

Barcelona – The Monocle Travel Guide Series

Alla scoperta delle luci, suoni e sapori che la città catalana ha da offrire

FASHION

Waxman Brothers SS18

Nuove fantasie per l’estate

Top