MIART: DAL 17 AL 20 APRILE 2009. MILANO

E chi dice che il mercato non faccia cultura?! Anzi! Oggi i più importanti centri culturali ed artistici del mondo non possono esimersi dalla proposta di fiere d’arte che si […]

headhomemiart

E chi dice che il mercato non faccia cultura?! Anzi! Oggi i più importanti centri culturali ed artistici del mondo non possono esimersi dalla proposta di fiere d’arte che si rispettino. E c’è chi continua a guardare con sospetto la mercificazione di ciò che più dorebbe esserne lontano: l’arte. Ma cosa fare quando in una città come Milano,nota per la sua intraprendenza nel campo commerciale, sì, ma anche culturale, si attende alla creazione di un museo d’arte contemporanea che funga da polo culturale d’avanguardia? Nel frattempo altre istituzioni culturali promuovono efficaciemente l’arte per diverse vie, e fra queste, ebbene si, anche una fiera d’arte: il MIART. La Fiera d’Arte Moderna e Contemporanea di Milano (giunta alla sua quattordicesima edizione), nonostante sia un appuntamento cruciale di mercato, si propone anche come un fondamentale nodo del panorama artistico della città con ambizioni tutte internazionali. Oltre alla esposizione dei nomi più importanti del settore, il padiglione sarà arricchito dalle gallerie più sperimentali e promettenti scelte con criteri altamente qualitativi. E non è arte se non se ne parla: cicli di convegni e conferenze vivificheranno il dibattito sul mondo dell’arte; artisti e architetti collaboreranno all’allestimento dei luoghi cruciali della fiera; attività culturali e mondane verranno organizzate in collaborazione con istituzioni artistiche e culturali..E nel frattempo Milano si riempie di “miraggi d’arte”! Una serie di sculture monumentali che hanno preso d’assalto i luoghi storici e rappresentivi della città animandone il centro e la periferia. Milano diventa un museo all’aperto!

Federica Sfregola

Da piccola sognava di diventare un'archeologa, ma molto presto ha capito che il "vecchio" non faceva per lei. L'arte, invece, le è rimasta tra le vene. Appassionata di creatività, trascorre troppo tempo a navigare nel web cercando novità (artistiche, musicali, cinematografiche, modaiole) ascoltando SOLO musica indipendente. Le piace il decollo degli aerei, la luce che filtra tra i rami degli alberi e gli Arcade Fire. Non le piace chi la chiama "cara", il disordine e la parola "ormai".

Potrebbero Interessarti

Barcelona – The Monocle Travel Guide Series

Alla scoperta delle luci, suoni e sapori che la città catalana ha da offrire

DUST ROAD RENEGADES: il nuovo corto di FREITAG

FREITAG lancia un cortometraggio animato realizzato dal filippino Ivan Despi e dal suo team Acid House. Persino suo figlio di cinque anni, Grey, ha partecipato disegnando i personaggi protagonisti!

Aakash Nihalani, lo street artist delle illusioni ottiche in mostra a Milano

L’artista newyorkese torna per la seconda volta in Italia con le sue illusioni ottiche che rendono suggestivi i muri delle strade di tutto il mondo.

Ultimi Articoli

DESIGN

FRAMOUR eyewear

FRAMOUR eyewear è il brand di occhiali da sole e da vista nato da un’esigenza: trovare degli occhiali da sole eleganti che non costino un occhio della testa. L’esigenza è quella di Filippo e Riccardo, fratelli, che proprio col nome Framour vogliono comunicare il loro amore per gli occhiali da sole: frame + amour (per quel tocco d’eleganza francese).

BARCELONA

Barcelona – The Monocle Travel Guide Series

Alla scoperta delle luci, suoni e sapori che la città catalana ha da offrire

FASHION

Waxman Brothers SS18

Nuove fantasie per l’estate

Top